Venerdì 22 maggio dalle 17 alle 18 videoconferenza “La vita di fa storia. Testimoniare la fede oggi”. Per 40 giorni esatti, durante il lockdown imposto dalla pandemia e con sorprendente richiamo ai 40 anni del popolo nel deserto, Papa Francesco ha parlato della storia della salvezza come “parroco del mondo” dalla cappella di Santa Marta.

Nella omelia del 7 maggio, riprendendo il cuore del suo messaggio per l’imminente        54° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali “Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria” (Es 10,2).

Il Papa ha richiamato il metodo dell’annuncio cristiano: la proposta, non di una nuova dottrina, ma di un cammino umano dentro un popolo che ha il fiuto della fede, pur tra errori, peccati e cadute.

Per raccogliere questa straordinaria testimonianza ed interrogarci su

Come fare memoria e testimoniare la fede oggi: lo abbiamo chiesto al Direttore dell’Ufficio nazionale per le Comunicazioni sociali della CEI Dr. Vincenzo Corrado e a tre sacerdoti della nostra Diocesi, collaboratori dell’Ufficio diocesano Comunicazioni sociali, di approfondire questo tema.

Interverranno: Vincenzo Corrado (Direttore dell’Ufficio nazionale Comunicazioni Sociali CEI), Don Giuseppe Calabrese, Don Giampaolo Grieco e Don Michele La Rocca.

Concluderà  Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo (Arcivescovo Matera-Irsina).

Pubblicità
Pubblicità