Dopo circa 4 mesi di blocco, provocato dall’emergenza COVID-19, riprende l’attività culturale del Centro Carlo Levi, con due conferenze del ciclo:

Arte e Politica – Una traccia dall’antichità al mondo contemporaneo”,

che ha accompagnato le iniziative collaterali alla Mostra sui “Disegni Politici” di Carlo Levi (28/08-31/10/2019), tuttora aperta e visitabile (fino al 18 luglio p.v.), presso il Museo Casino dei Principi di Villa Torlonia in Roma.

La prima conferenza, dal titolo “IL POTERE DELLE IMMAGINI – La Controriforma a Matera ed in Basilicata”, relatore il Prof. Mauro Vincenzo Fontana, si terrà lunedì 6 luglio alle ore 18,00, e tratterà di Chiesa e rapporti tra, arte, devozione e politica, in un’età di grandi conflitti e crisi religiosa; con la finalità di dare una spiegazione ad alcuni fenomeni analoghi che si manifestano nella società contemporanea.

La seconda conferenza, dal titolo “TRADIZIONI MUSICALI E COMPOSITORI LUCANI tra Rinascimento e Barocco”, relatrice la prof.ssa Maria Antonietta Cancellaro, si terrà giovedì 9 luglio ore 18,00, e farà luce su personaggi, pratiche, competenze, risorse che hanno caratterizzato la vita musicale della regione tra XVII e XIX secolo; e sul ruolo della musica all’interno del più vasto panorama culturale del tempo. Sarà inoltre approfondita la vicenda umana e artistica del compositore Giovanni Maria Trabaci, originario di Irsina, vissuto tra ‘500 e ‘600.

Riprende pertanto l’attività culturale del Centro Levi, con una scelta di ripartenza che conferma l’approccio programmatico perseguito in questi ultimi anni, legato alla valorizzazione della cultura del territorio, dei suoi rapporti con l’orizzonte nazionale, dei suoi protagonisti, e delle tracce (spesso poco conosciute) che essi hanno lasciato con la loro attività intellettuale, culturale, artistica.

Alle Conferenze, che si terranno presso la Saletta del Centro a Palazzo Lanfranchi, si accederà per prenotazione, nei limiti consentiti dai protocolli e dalle vigenti norme di distanziamento per le attività delle associazioni culturali.

Pubblicità
Pubblicità