“Ragazze, uscite dai confini e abbiate un fuoco nel cassetto”: Francesca Cavallo a Matera ospite delle allieve di Prime Minister Basilicata

“Mi auguro che le ragazze di Prime Minister che sono qui oggi e tutte le ragazze in generale, in particolare le ragazze del Sud, prendano in mano la propria vita e quella delle proprie comunità e si assumano la responsabilità di guidare il cambiamento di cui abbiamo bisogno”.

È diretta e trascinante tanto che ascoltarla è un piacere: Francesca Cavallo, autrice bestseller di Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli Elfi al quinto piano, raccontandosi si svela una combattente che è riuscita ad abbattere i pregiudizi e a superare quel fastidioso e umiliante perimetro in cui spesso le donne sono confinate o si autoconfinano, una pericolosa comfort zone che impedisce di liberarsi dai retaggi e, perché no, scoprire che la quotidianità può anche migliorare.

Nel pomeriggio, nell’Open space APT a Matera, l’autrice ha dialogato con le allieve di Prime Minister Basilicata, la scuola di politica per giovani donne che vogliono intraprendere un percorso di formazione alla Politica e all’attivazione civica, alla sua seconda edizione nella regione Basilicata. Nel corso dell’incontro, moderato da Mariella Stella – co-fondatrice di Casa Netural e componente Prime Minister Basilicata e promosso in collaborazione con la Libreria Di Giulio, si è parlato anche del suo nuovo libro, Ho un fuoco nel cassetto (Salani Editore) – in cui ripercorre la sua storia di artista e imprenditrice donna, queer e meridionale. 

Un titolo emblematico, che tende già a mettere le cose in chiaro e far emergere tutta la grinta di Francesca: “Mi piaceva, con questo titolo restituire rispetto al sogno – che per tanti rimane nel cassetto – l’urgenza perché il fuoco non può rimanere nel cassetto: deve uscire altrimenti brucia la scrivania, le stanze, le case… Volevo catturare la necessità per i sogni e le aspirazioni delle donne, soprattutto del Sud, di farsi spazio nella realtà e di trasformare anche le geografie delle nostre case, delle nostre città, delle nostre regioni”.

Il suo, insomma, è un appello universale e appassionato a non avere paura di uscire dai binari, oltrepassare i confini, “dar fuoco alle polveri” per demolire tutti i muri di un mondo fatto per tener fuori le donne e le minoranze e costruirne uno più libero in cui realizzare pienamente se stesse: “Scrivo nel libro che la libertà è come il fuoco: una volta che parte non si sa dove andrà e questo vuol dire che non si sa che cosa brucerà e che cosa lascerà in piedi. È  aspetto della libertà spaventa, però nello stesso tempo libera, abbatte quei muri che ci confinano e ci impediscono di scoprire parti di noi stesse che non ci diamo la possibilità di incontrare e che non diamo al mondo la possibilità di incontrare. Anche rimanere chiusi in una stanzetta e non scoprire chi siamo è doloroso. Ci sono dolori che fanno crescere, e ci sono dolore che ci sviliscono ma è importante imparare a soffrire di quei dolori che ci fanno crescere piuttosto di quelli che ci confinano”.

Nel 2012 Francesca ha co-fondato in Silicon Valley la startup di media per l’infanzia Timbuktu Labs, con la quale ha pubblicato la prima rivista su iPad per bambini e la serie Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli, che è stata tradotta in 48 lingue e ha venduto quasi 6 milioni di copie nel mondo. Nel 2018 ha ricevuto il premio Publisher’s Weekly Star Watch Award a New York. Nel 2019 ha pubblicato il suo primo romanzo per bambini, Elfi al quinto piano, e ha fondato la sua seconda società, Undercats. Dal 2021 vive a Roma con una gatta enorme di nome Dopamina.

“Per me a un certo punto è diventata un’esigenza quella di tornare in Italia e di formare da qui la mia seconda azienda perché mi sono resa conto che alcune caratteristiche del sistema americano, l’ossessione per la produttività, la solitudine, il sistema “turbo-caputalista” non mi corrispondevano.  Volevo invece con il mio progetto imprenditoriale contribuire a costruire un pezzetto d’Europa e riportare anche un po’ delle esperienze preziose che ho fatto negli Stati Uniti in Italia, provando a farlo da un luogo che contemplasse un umanesimo diverso e che mettesse al centro le persone piuttosto che i capitali”, conclude.

Rossella Montemurro

Pubblicità
Pubblicità
sabato Dicembre 3, 2022

TuttoH24

Testata giornalistica online registrata al Tribunale di Matera al n. 4/2017 del registro della stampa.

Direttore Responsabile: Rossella Montemurro

Contatti: tuttoh24@gmail.com

Rossella Montemurro

Giornalista professionista materana. Laureata in Scienze dell’educazione, si è perfezionata in Bioetica e Terapia familiare e relazionale. Ha lavorato per Il Quotidiano della Basilicata – occupandosi dei settori “Cronaca” e “Cultura” -, Il Mattino di Foggia, Il Mattino di Puglia e Basilicata, il Roma e con la testata giornalistica online “Il mio TG”. Ha collaborato con le emittenti televisive “Antenna Sud” e “Lucania Tv”. Attualmente dirige la testata giornalistica online www.tuttoh24.info e collabora con la casa editrice Altrimedia. Nel 2004 ha pubblicato per Ediesse Edizioni “I giorni di Scanzano”. Il volume, nel 2005, ha ricevuto la segnalazione della Giuria del Premio letterario Basilicata. Nel 2010 ha pubblicato per BMG Editrice “Carabinieri a Matera. Tradizione e modernità al servizio dei cittadini”. La pubblicazione è stata autorizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Nel 2019 ha pubblicato per Altrimedia Edizioni “Calci e pugni sul tetto del mondo. Biagio Tralli, identikit di un campione” e nel 2021 "Ilmio tuffo nei sogni"

Copy link
Powered by Social Snap