giovedì, 25 Luglio 2024

Chiacchierano, chiacchierano passando da un argomento all’altro. Spaziano con naturalezza dai ricordi di determinate situazioni vissute insieme all’attualità, spettegolano su amici e conoscenti, parlano dei figli. Non c’è un filo logico, sono tantissimi i voli pindarici. E, in questo dialogo che spesso assume contorni surreali, non sono due donne ma Vincenzo e Saverio, due amici seduti al tavolino di un bar che nei loro fittissimi scambi, quasi in apnea, il lettore lo rapiscono.
Ma tu sei felice? (Solferino), l’incipit – e il titolo – del nuovo, originalissimo romanzo di Federico Baccomo, non ha descrizioni né suggestioni introspettive ma solo la viva voce dei protagonisti. I loro racconti prendono forma da un botta e risposta estremamente ritmato, dai contenuti che strappano sorrisi perché mettono in luce un comportamento spesso improntato più all’opportunismo, alla mediocrità che all’etica. Sembrano due vecchie comari che commentano, senza filtri, ciò che accade e accade loro, un flusso di pensieri ad alta voce. Dalle loro parole ci si accorge che, puntualmente, tendono a tradire e a imbrogliare con nonchalance, quasi fosse la normalità vivere senza importarsene degli altri e delle conseguenze delle proprie azioni.
Vincenzo spiega di aver avuto un colloquio davvero molto imbarazzante con la maestra del figlio: gli ha spiegato di aver sorpreso il bambino con un amichetto, in bagno, in una situazione poco consona a ragazzini della loro età. La docente racconta l’accaduto con poco tatto, Vincenzo si innervosisce, inizia una discussione che, per quanto sia in realtà sgradevole, ha contorni inevitabilmente comici.
Vincenzo e Saverio, irresistibili, così simili a noi nella loro umanità densa di contraddizioni, ci permettono di assistere a una commedia godibilissima – quella delle loro vite. Attenzione però: le cose, nella letteratura come nella realtà, non sono mai come sembrano.
Federico Baccomo è nato a Milano nel 1978. Ha lavorato come avvocato e si è poi dedicato a tempo pieno al mestiere di scrittore e di sceneggiatore.
Con lo pseudonimo di Duchesne ha firmato il suo primo bestseller, Studio illegale (Marsilio 2009), cui sono seguiti altri libri di successo. Il suo ultimo romanzo è Anna sta mentendo (Giunti 2017).
Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap