mercoledì, 17 Luglio 2024

Tragedia a Nova Siri, perdono la vita due Vigili del Fuoco

Stavano mettendo in salvo una famiglia che si trovava in un'abitazione minacciata dalle fiamme Nicola Lasalata e Giuseppe Martino, i due Vigili del Fuoco originari di Matera, che hanno perso la vita nel pomeriggio di oggi durante le operazioni di...

“Adoro le donne. Giovani. Vecchie. Alte o basse. Dai topi di biblioteca un po’ goffi alle tipe da schianto: non sono schizzinoso. Donne alte e magre o bamboline tutte curve con qualcosa su cui mettere le mani… (…)
I filosofi dicono che ogni essere vivente che cammina sulla terra possiede un dono unico. Il mio: capisco le donne. Mi chiamo Parker Ellis e sono un figlio di puttana fortunato.
Eppure, mettere a frutto il proprio talento è il premio più bello. Fare tutti i giorni un lavoro che ti piace davvero non è la norma. Tutto il contrario. Mi sono posto l’obiettivo di non fare mai, nemmeno per un giorno, una cosa che non mi piace. E adoro le donne. Tutte le donne. Ho scoperto che sono creature complesse, non facili da capire e che non ne esistono due uguali. Che è il motivo principale per cui ho creato l’International Guy Inc. Ci sono innumerevoli donne che hanno bisogno dell’aiuto di un tipo d’uomo sicuro di sé, forte e attento ai dettagli. Un uomo come me. Mi definisco il Dream Maker, il creatore di sogni”.
Parker Ellis, CEO di International Guy Inc. è un creatore di sogni. Insieme a Bo, il Love Maker (l’uomo dell’amore) e a Royce il Money Maker (Il creatore dei soldi) sono pronti a dare una mano alle donne in difficoltà.
International Guy(Mondadori, traduzione Eloisa Banfi e Stefano Mogni) di Audrey Carlan, fatti i dovuti distinguo, è una sorta di Caendar Girl al femminile. Dodici città (Parigi, New York, Copenhagen, Milano, San Francisco, Montreal, Londra, Washington DC, Rio, Berlino, Madrid e Los Angeles) fanno da sfondo ai quattro volumi della serie.
Se c’è un merito che va dato alla Carlan è riuscire a descrivere situazioni e vicende davvero al limite (forse solo una donna su un milione può viverle) come se fossero alla portata di tutte, come se contrassegnassero la quotidianità.
Donne, soldi e potere sono le parole chiave di questa innovativa e, forse, lungimirante “azienda”: i tre soci hanno la capacità di guardare oltre, di scoprire in ogni donna il “diamante grezzo” che la caratterizza.
Lo stile è semplice e diretto, come è giusto che sia per un genere – il new adult – sul quale non si devono avere aspettative sul piano culturale ma che intende, volutamente, raggiungere un’ampia e trasversale fascia di pubblico.
Il protagonista ed io narrante, Parker Ellis sembra più un adolescente in preda a una tempesta ormonale che un manager navigato, ogni donna per lui è la preda ideale, la sua “voce” diventa spesso monotematica…
Inutile dire che International Guy non è una lettura impegnata ma può essere un piacevole svago, una parentesi dalla routine. E ogni tanto c’è bisogno anche di questo genere di libri.
Audrey Carlan è un’autrice bestseller tradotta in più di trenta paesi. La serie Calendar Girl, pubblicata da Mondadori, ha venduto più di cinque milioni di copie e conquistato le classifiche. Vive con il marito e due figli nella California Valley.
Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap