martedì, 16 Luglio 2024

Quello fra Maddy e Pier è stato un grande amore. Poi Pier è tornato sulla luna per cercare la casa giusta “perché sulla luna ci sono case a forma di fragola gigante, di cactus, di unicorno, non ce n’è una uguale all’altra. E la nostra doveva essere speciale”. Dopo i dieci giorni previsti lui non è tornato e Maddy si è ritrovata a crescere da solo Lena e Alen, i gemelli Mezzaluna nati in una notte misteriosa di luna spaccata a metà. Chi è davvero il padre dei gemelli? Nessuno lo sa: loro sanno solo che viveva sulla luna e che si è perso fra le galassie. Una storia che però è completamente falsa.

Prima che i piccoli nascessero, Maddy era chiamata “Maddy La Matta”. Cresciuta da Amos e Irene a Gabaville, lei è sempre stata una mosca bianca: perché Gabaville è il Villaggio Perfettissimo dove nessuno litiga mai e tutti vorrebbero nascere e crescere mentre lei, proprio come faranno i suoi figli, è l’unica che agisce in modo diverso – litiga, fugge, in una parola “vive”. Da quando ci sono loro, per l’amore con il quale li inonda diventa “Maddy La Mamma”. Ed è per troppo amore che è costretta a dire una bugia sul loro papà, quella bugia che una volta scoperta farà scappare e prendere la “Via da Casa” ai due bambini, improvvisamente risucchiati nel Mondo Sottopelle…

Eccolo lo stile di Chiara Gamberale: I Fratelli Mezzaluna (Salani Editore) ha tante metafore, storie che penetrano nel nostro intimo e ci scuotono. Basta andare oltre le apparenze, faccia a faccia con i nostri demoni e le nostre fragilità. Lena e Alen nel mondo ovattato di Gabaville erano protetti, nonostante la loro marcata diversità caratteriale dagli altri abitanti. Graffianti, audaci, testardi. Lena ha il potere di fare domande di fuoco che frugano nei cuori, Alen, con i suoi silenzi, sa leggere nella testa di chi ha davanti.

Il loro stato d’animo poteva contare, più o meno, su una serenità costante. Ma nel Mondo Sottopelle ogni cosa si ribalta, ogni emozione si amplifica perché lo Scuro che riesce a inchiodare i cuori e le teste di tutti alla rabbia, alla paura e alla vergogna. I Fratelli Mezzaluna scopriranno ogni gradazione delle emozioni e, tra avventure incredibili e creature mai viste prima impareranno che è possibile essere felici e allo stesso tempo imbarazzati, arrabbiati e allo stesso tempo innamorati…

Sarà in questo percorso, inaspettato e a volte tortuoso, che scopriranno la vera storia dei loro genitori. Non solo, grazie a un’impresa per cui serve un coraggio che nemmeno loro sanno di avere, cambieranno anche il destino di un intero mondo. Anzi, di due mondi.

Chiara Gamberale ancora una volta non ha paura di osare e di inoltrarsi nell’interiorità dell’animo umano dove ci si misura con aspetti rarefatti, con ciò che tende a sfuggirci o che ci fa male. Con quello, insomma, dal quale vorremmo distanziarci. Sì, sarebbe bello vivere nel Villaggio Perfettissimo ma è indispensabile misurarsi con il bisogno delle emozioni. E questo insegnamento imprescindibile arriva dritto al cuore degli adulti e dei ragazzi, visto che I Fratelli Mezzaluna è il primo romanzo della Gamberale adatto anche ai più piccoli.

Il libro ha le illustrazioni di Alida Pintus e un qr code per l’ascolto in streaming delle cinque tracce che compongono il nuovo lavoro di Pier Cortese, Sottopelle, un progetto nato in collaborazione con la Gamberale.

L’autrice è nata nel 1977 a Roma, dove vive. Ha esordito nel 1999 con Una vita sottile. Ha scritto, fra gli altri, La zona cieca (2008, Premio Campiello Giuria dei Letterati), Le luci nelle case degli altri (2010), Per dieci minuti (2013), Avrò cura di te, a quattro mani con Massimo Gramellini (2014), Adesso (2016) e Qualcosa (2017). È autrice e conduttrice di programmi radiofonici e televisivi come Io, Chiara e l’Oscuro (Rai Radio2) e Quarto piano scala a destra (Rai Tre) e del podcast Gli Slegati, disponibile su tutte le piattaforme. I suoi romanzi sono tradotti in quattordici Paesi e sono stati a lungo in vetta alle classifiche in Spagna e America Latina.  Collabora con La Stampa, Vanity Fair, Io Donna e Donna Moderna.
Rossella Montemurro

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap