lunedì, 22 Luglio 2024

La problematica del recupero delle cave del territorio, giunte a fine vita estrattiva, è una
tematica attuale che non ha confini territoriali. La città di Matera ed il suo territorio limitrofo è da
sempre stata storicamente emblema di cave di calcarenite, materiale che caratterizza le strutture
dei sassi di Matera. Il recupero di dette cave è oggetto di studi internazionali e di idee
progettuali per la relativa riqualificazione, soprattutto in chiave di sostenibilità energetica e
basso impatto ambientale. Nel territorio sono altresì presenti cave in pietra, fra cui la cava della
Matera Inerti presente nel Parco della Murgia Materana.
Le peculiarità tecniche di tale cava sono state oggetto di analisi da parte dello studio
internazionale viennese Coop Himmelb(l)au, rappresentato dall’architetto internazionale Wolf
dPrix, esponente di primo piano del decostruttivismo, che ha valutato positivamente le
caratteristiche strutturali e morfologiche per proporre un suo concept innovativo rivoluzionario in
ottica sostenibilità. A tal proposito con l’obiettivo di trattare la tematica e condividere la visione e
possibili soluzioni, la società Matera Inerti organizza il giorno 21 giugno presso Casa Cava a
Matera una conferenza dal titolo ” Il recupero sostenibile delle cave del territorio” in cui
saranno trattate problematiche e soluzioni tecnico-scientifiche in merito al recupero delle cave del
territorio, fra cui la presentazione del concept “Oasis of Matera” dello studio Coop
Himmelb(l)au. Con la moderazione della giornalista Beatrice Volpe, interverranno l’architetto
Wolf dPrix, l’ingegnere energetico Prof. Brian Cody, lo scienziato Giuseppe Zuccalà ed il
commercialista Luciano Tarantino.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap