È deceduto nella notte, nell’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera dov’era stato ricoverato per complicanze respiratorie legate al Covid, il monaco benedettino di origini campane Don Ivo Morsa, 84 anni, appartenente alla comunità monastica del Santuario di Maria SS. di Picciano.

È stato l’Arcivescovo mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, vescovo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina, a darne l’annuncio questa mattina al Clero ed ai fedeli.

Dopo l’improvvisa scomparsa il 4 novembre scorso del Priore Padre Raimondo Schiraldi, la Comunità Benedettina Olivetana di Picciano perde così un’altra storica presenza.

Il Vescovo, dopo aver invitato a manifestare la propria vicinanza alla Comunità Benedettina Olivetana, tanto provata e sofferente, soprattutto attraverso la preghiera, ha aggiunto:

“Ringraziamo il Signore per il dono che Don Ivo ha fatto anche alla nostra Chiesa locale attraverso la presenza e il prezioso servizio.

Sento anche di ringraziare i confratelli e i diaconi della vicaria della città che, in comunione con Caritas Diocesana e la mensa “Don Giovanni Mele”, si stanno alternando nel portare quotidianamente presso il Santuario della Madonna di Picciano il pranzo e la cena e ciò di cui hanno bisogno.”

Il Vescovo ha reso noto che il Santuario non potrà ancora essere riaperto perché alcuni membri della Comunità risultano ancora positivi al Covid. Nel frattempo le funzioni di Priore e di Rettore del Santuario sono state affidate, dall’Abate Generale della Congregazione benedettina olivetana, a Padre Donato Giordano.

Pubblicità
Pubblicità