lunedì, 22 Luglio 2024

Sarà presentato a Matera, venerdì 5 maggio alle ore 16, presso la Camera di Commercio, il libro-ricerca “MATERA, LA BASILICATA E LE FERROVIE DELLO STATO. Storia di autolesionismo e di ritardi di una regione del Sud” a cura di NICOLA PAVESE. Nel volume, infatti, si ripercorre il complesso cammino per far arrivare nella Città dei Sassi le rotaie delle Ferrovie statali. Il volume evidenzia anche le diverse occasioni perse dalla città e dalla regione, negando quello sviluppo al quale tendono l’Associazione “Matera Ferrovia Nazionale” e le persone più sensibili della politica, del sindacato, del mondo produttivo e culturale.

Il libro è stato recensito da Donato Mastrangelo per “La Gazzetta del Mezzogiorno” sottolineando che <<facendo riferimento alle opportunità della Zes e del Pnrr, Pavese sostiene che è arrivato il tempo in cui gli amministratori devono rimediare all’assenza della cultura del territorio, mettendo da parte una visione egoistica dello sviluppo perché con le FS si può avviare un nuovo processo di crescita e di modernizzazione dell’intera regione>>.

Filippo Radogna, invece, per “La Nuova del Sud” ha messo in risalto che <<la Ferrandina-Matera diventa il pretesto per riflettere anche sulla Basilicata di oggi con le sue tante contraddizioni problematiche che vanno dalla disoccupazione alla desertificazione dei territori con lo spopolamento dei paesi e l’emigrazione di tantissimi giovani verso il Nord Italia e l’estero. In tale contesto il curatore chiama in causa la politica che nei decenni non si è preoccupata di dare il giusto sviluppo a questa terra di straordinarie risorse che vanno dalle emergenze culturali, turistiche e naturali all’acqua e a petrolio>>.

E’ prevista la partecipazione del Sindaco DOMENICO BERNARDI, dello storico GIOVANNI CASERTA, del dirigente della AMFN LEONARDO PINTO, della giornalista CARMEN LASORELLA (che si è occupata della prefazione) e del curatore NICOLA PAVESE. Ma il libro favorisce anche una serie di riflessioni su “INFRASTRUTTURE, TRASPORTI, SVILUPPO” che nell’occasione saranno affidate a MICHELE SOMMA (pres. Camere di Commercio di Basilicata), FLORIANA GALLUCCI (Commissaria Zes Puglia-Basilicata), VERA FIORANI (Commissaria della Ferrandina Matera e amministratrice delegata di RFI), LUCA BRAIA (cons. reg.le e pres. Comm. Bilancio e Programmazione), COSIMO LATRONICO (ass. reg.le Ambiente, Turismo Aree interne), DONATELLA MERRA (ass. reg.le Infrastrutture e Trasporti) con conclusioni del Ministro RAFFAELE FITTO (Affari europei, Politiche di coesione e Pnrr).

Ma nuovi obiettivi ferroviari sono necessari per fare in modo che Matera e la Basilicata possano essere collegate anche alla Bari-Taranto e quindi alla dorsale adriatica, rendendo possibili collegamenti tra le aree industriali lucane (tra loro) e le maggiori città italiane ed europee.

Il libro di Pavese sarà presentato anche a Torino, Roma e altre località.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap