lunedì, 22 Luglio 2024

All’impennata senza precedenti del costo del gasolio si aggiungono segnali allarmanti che evidenziano la scarsità di carburanti nel mercato.
Le compagnie petrolifere tagliano le forniture di oltre il 50% e, a catena, tutti gli utenti finali stanno iniziando a subire conseguenti ed allarmanti ripercussioni.

I tagli del prodotto colpiscono non soltanto gli autotrasportatori che stanno iniziando ad avere difficoltà nella programmazione dei loro servizi, ma anche interi settori dell’economia che rischia così di spegnersi ulteriormente.
Una situazione che deriva dalla crisi internazionale ma, probabilmente, anche da sacche di speculazione senza scrupoli.
CNA Fita Basilicata in una fase così critica per le imprese di autotrasporto e per il Paese chiede al Governo un maggiore ed immediato sforzo per contenere le difficoltà e contribuire a rassicurare gli operatori del settore. Pertanto sono tante le aspettative che la categoria ripone nel nuovo incontro che si terrà al Mims il 15 marzo p.v. tenuto conto che per il giorno 19 marzo 2022 e’ già stata proclamata una manifestazione nazionale da tenersi in tutti i capoluoghi di provincia.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap