martedì, 23 Luglio 2024

Matera,  funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino. L’omelia di Mons. Caiazzo: “Amore non è più una bella parola, un gesto di benevolenza, ma un agire colmo di umanità: consumarsi pienamente fino alla morte”

Pubblichiamo l'omelia che mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo della Diocesi di Matera-Irsina, ha pronunciato questa sera nel Palazzetto dello Sport, gremito, durante i funerali dei Vigili del fuoco Nicola Lasalata e Giuseppe Martino: Carissimi,...

Un oro, due argenti e un bronzo per gli allievi del Maestro Monaco dell’Accademia delle Arti Marziali e Sport da Combattimento di Potenza al Criterium e Coppa del Presidente Federkombat di Jesolo. Simone Fabrizio, Luca Lovallo, Viola Monaco e Antonio Pinto hanno disputato match durissimi a uno degli appuntamenti più attesi dagli atleti di kickboxing italiani, con il sostegno di Ludovica Mecca, che pur non avendo avversarie in categoria ha voluto comunque terminare la preparazione per la gara e viaggiare con i compagni in loro sostegno.

Oggi, sabato 2 aprile, è cominciato con Antonio Pinto che, dopo un difficile esordio esattamente un anno fa arrestato da una sconfitta al primo match, è riuscito quest’anno ad arrivare in finale disputando 5 match, dove ha vinto scambiando colpo su colpo, perdendo la finale nell’ultima ripresa ma conquistando comunque un argento. Nelle categorie blu, marroni e nere del CRITERIUM, sia Simone Fabrizio che Luca Lovallo si sono qualificati per i Campionati Italiani di maggio. Il CRITERIUM è una delle gare più attese proprio per questa ragione: ci si arriva dopo una scrematura regionale e interregionale, i migliori atleti in Italia si battono e soltanto i primi 4 di ogni categoria vengono selezionati per i Campionati Italiani. Come Fabrizio e Lovallo, appunto. Simone Fabrizio vince il primo match prima del termine della seconda ripresa, disputa bene anche il secondo match ma perde la finale con un avversario più bravo aggiudicandosi la medaglia di argento. Luca Lovallo disputa 3 match, esce combattendo con il vincitore della finale, come da regolamento ha diritto al ripescaggio e vince il bronzo in una nuova batteria con un match esaltante, strappando così di diritto l’accesso ai Campionati Italiani Assoluti.

Veniamo a Viola Monaco, nei cadetti: vince la medaglia d’oro dopo due match impegnativi che la vedono sempre protagonista e sempre in dominanza rispetto all’avversaria. Il maestro Massimiliano ha commentato a caldo: ”Felicissimo dell’operato fatto, del clima con tutti i ragazzi della Basilicata, abbiamo fatto squadra tutti insieme sostenendoci gli uni con gli altri. Un importante aiuto quello di Ludovica Mecca che è voluta partire con noi per supportare i suoi compagni. Molto orgogliosi e soddisfatti sia dei risultati che del numero delle vittorie dei ragazzi, perché le pool erano gremite e il livello della competizione molto alta. Felicissimi anche per la maturità tecnica e sportiva che questi ragazzi adolescenti hanno dimostrato, gestendo egregiamente la gara sotto tutti i punti di vista“.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap