martedì, 16 Luglio 2024

Il richiamo della scrittura può contrastare ogni difficoltà. Lo insegna la storia di Pietro Neveni, un giovane di umili origini con ambizioni letterarie che dopo la maturità scolastica decide di lasciarsi alle spalle le ristrettezze culturali della sua città e della sua modesta condizione, e si trasferisce a Milano. Qui inizia, ma non porta a termine, l’università, e trova un lavoro come assistente bibliotecario. Ma soprattutto incontra François, un ragazzo francese che studia all’Accademia di Belle Arti, con cui instaura una fertile amicizia intellettuale, e che lo incoraggia a realizzare il suo sogno di diventare scrittore. L’amico inoltre lo sostiene nel suo desiderio di recarsi a Parigi alla ricerca di ispirazione, ma seguire le orme degli autori che hanno fatto grande la Letteratura non può bastare a soddisfare le proprie ambizioni, perché nel mezzo c’è la vita, con il suo quotidiano e incalzante incedere: un lavoro, le nuove amicizie, il ritorno in Italia, i rapporti con la sua famiglia, relazioni e situazioni che si fanno sempre più complicate e instabili. Alla fine però sarà proprio la scrittura il rimedio necessario per Pietro per innalzarsi al di là di tutti quegli impedimenti, che la vita, il più delle volte, ci mette costantemente di fronte.

È questa la trama di Uno (Ensemble edizioni) di Alberto Cioni.

Nato a Empoli (Firenze), nel 2001 Cioni si laurea in letteratura italiana presso l’Università di Lettere e Filosofia di Firenze con una tesi dal titolo Arturo Loria e il Mondo. La tesi prende in esame la nascita del giornale letterario «Il Mondo», fondato a Firenze nel 1945 da Arturo Loria, Eugenio Montale e Alessandro Bonsanti. Durante  gli anni universitari ha vissuto per lunghi periodi in Gran Bretagna: a Edimburgo ha frequentato per un anno l’Università seguendo i corsi di letteratura italiana, e in seguito si è trasferito a Londra.

Nel febbraio del 2001 ha partecipato al programma televisivo di lingua italiana dal titolo Italian Journey presso la sede della BBC di Londra, come redattore di testi e di dialoghi.

  In seguito ha collaborato con delle case editrici di Firenze come redattore e correttore di bozze, tra cui Edizioni della Meridiana ed Edizioni Polistampa. Per E-ducation.it / Scala Group di Firenze, nel 2004, ha partecipato come redattore al progetto Le antologie della poesia straniera, in uscita come supplemento al quotidiano «la Repubblica», mentre tra il 2004 e il 2005 ha trascritto le memorie e curato la parte iconografica del libro autobiografico di Giuliana Rossi, I miei anni con Carmelo Bene, edito da Edizioni della Meridiana di Firenze, 2005.

Ha svolto il lavoro di giornalista/pubblicista con collaborazione con «Il Nuovo Corriere di Firenze» e il «Corriere Fiorentino/Corriere della Sera».

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap