domenica, 25 Febbraio 2024


“La Luce nella Masseria”, il film girato a Matera e diretto da Riccardo Donna e Tiziana Aristarco che celebra i 70 anni della Rai e della tv, è stato il programma più visto della serata televisiva di domenica, trasmesso da Rai1, con 3.445.000 spettatori e il 19% di share. Al secondo posto, “Terra Amara” su Canale 5, con 2.682.000 spettatori e il 14.2% di share. Al terzo posto, Report su Rai3, con “2.253.000” spettatori e l’11.8% di share.

“La luce nella masseria” ha conquistato il cuore dei telespettatori coi suoi scenari e con tutti i professionisti coinvolti in questo lavoro armonioso e corale. Una storia d’amore, di dolore e di rinascita mentre il futuro entra nelle case degli italiani con l’avvento della tv, mezzo dal potere unificante.

Il film evento della Rai è stato scritto dai due sceneggiatori materani Saverio D’Ercole e Roberto Moliterni.

Luca Barbareschi, produttore per Eliseo Entertainment, ha commentato così il successo televisivo: «Sono felice e orgoglioso di aver collaborato con la Lucana Film Commission, in particolare con la sua presidente Margherita Romaniello, e di aver realizzato un film così bello e apprezzato, ambientato in Basilicata. Speriamo di poter ancora lavorare insieme per portare bellezza nelle storie che proporremo».

«Il pubblico di Rai 1 ha premiato il lavoro di tutti noi e soprattutto la meraviglia della storia e della sua ambientazione -ha affermato Margherita Romaniello, presidente della Lucana Film Commission. Una Matera di sessanta anni fa, ma esattamente come oggi, capace di affascinare, raccontare e raccontarsi. Direi che per noi, dopo il successo dell’anteprima materana lo scorso 3 gennaio, ” La luce nella masseria” è il modo migliore per iniziare questo 2024».
«Sono felice che ancora una volta Matera abbia vinto la sfida dell’Auditel. La Regione Basilicata sostiene la Città dei Sassi, naturale set per le produzioni audiovisive, e tutte le produzioni che sceglieranno la Basilicata. Voglio ringraziare LFC per il lavoro che sta svolgendo per Matera e tutta la Basilicata -ha aggiunto il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. Confidiamo in una crescita ulteriore del settore in terra lucana».

Gli attori protagonisti sono Domenico Diele, Aurora Ruffino, Renato Carpentieri e Giusy Frallonardo. Nel cast anche tanti attori materani Nando Irene, Carlo De Ruggieri, Lia Trivisani, Antonio Andrisani e Francesco Zaccaro e i piccoli Giovanni Limite, Aldo Mastrillo e Antonio Trucco. E ancora Maria Grazia Zingariello, Pino Rondinone, Antonella Sasso, Annarosa Matera e Anna Onorati. Geo Coretti si è occupato della regia del backstage mentre i casting sono stati affidati alla “Blu Video”.  Nel cast anche i lucani Erminio Truncellito e Ilenia Ginefra.

Filo conduttore l’avvento del televisore nelle famiglie italiane che, con l’inizio qualche anno prima delle trasmissioni Rai, diventa un oggetto immancabile. Il piccolo Pinuccio lo guarda, ammaliato, dalla vetrine di un negozio di elettrodomestici. “Canzonissima” diventa il collante per tante famiglie che si ritrovano a casa di chi ha già un televisore.

E, come ripete nonno Eustachio: “Uno aspetta aspetta e poi a un certo punto le cose accadono.

A volte basta guardarsi in faccia e parlare per evitare la guerra”, perché la trama ruota attorno alle vicende della famiglia Rondinone. 

Nelle prossime settimane sarà indetta una conferenza stampa per illustrare gli appuntamenti e le attività che la Lucana Film Commission svolgerà nei primi mesi di quest’anno.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap