mercoledì, 17 Luglio 2024

Tragedia a Nova Siri, perdono la vita due Vigili del Fuoco

Stavano mettendo in salvo una famiglia che si trovava in un'abitazione minacciata dalle fiamme Nicola Lasalata e Giuseppe Martino, i due Vigili del Fuoco originari di Matera, che hanno perso la vita nel pomeriggio di oggi durante le operazioni di...

Grande emozione giovedì nella sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma, per la cerimonia di premiazione della X edizione del concorso nazionale “Salva la tua lingua locale”  istituito nel 2013 dall’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia per celebrare e tutelare i dialetti.

“Lo scopo del premio è creare un movimento in tutta Italia e promuovere lo studio scientifico del dialetto affinché non si perda nel futuro” ha dichiarato Antonino La Spina, presidente Unpli, Unione nazionale Pro Loco d’Italia, nel corso della cerimonia. Il premio letterario è dedicato alla memoria di Tullio de Mauro, linguista e docente universitario. “I giovani non usano il dialetto e non scrivono in dialetto, quindi bisogna prenderne atto e cercare di aprire alle giovani generazioni”, ha commentato Salvatore Trovato, presidente del Premio.

Oltre 500 le opere pervenute per le sette sezioni in cui si articola il concorso: “Premio Tullio De Mauro”, “Poesia edita”, “Prosa edita”, “Poesia inedita”, “Prosa Inedita”, “Fumetto Edito”, “Musica” e “Teatro Inedito”. Il premio intitolato all’illustre linguista, già presidente onorario del Premio e rivolto a lavori scientifici editi o inediti (saggi, tesi di laurea, studi su dialetti e/o lingue locali e dizionari) è stato assegnato al saggio “La Sicilia dei cento dialetti” di Alfio Lania (Catania). 

Presente alla cerimonia anche una rappresentanza lucana composta da Vito Sabia, presidente UNPLI Basilicata, Michele Colasurdo, presidente della Pro Loco di Pomarico, Maria Rosaria Pinto, in rappresentanza della Pro Loco Corletana, Margherita Laterza – Primo dizionario del dialetto pomaricano – finalista Premio “Tullio De Mauro”, i figli dello studioso Mauro Tartaglia, autore di numerosi scritti scientifici, tra cui il Dizionario e Zibaldone dialettale di Melfi, pubblicato postumo – Menzione Speciale della Giuria – Salva la tua lingua locale. Presenti anche la professoressa di Glottologia e Linguistica dell’UNIBAS, Patrizia Del Puente – componente della Giuria e il Maestro Pasquale Menchise – Presidente della Pro Loco di Genzano di Lucania e componente della Giuria della sezione Musica.

La cerimonia, condotta da Adriana Volpe, ha visto intervenire Silvana Ferreri De Mauro (Comitato Garanti del Premio), Bruno Manzi (Capo di Gabinetto Città Metropolitana Roma Capitale) e Claudio Serafini, consulente del ministro del Turismo, Daniela Santanchè.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap