mercoledì, 21 Febbraio 2024

Riparte il Premio Biella Letteratura e Industria con una nuova edizione, la ventitreesima, dedicata alla Saggistica.
Il Premio Biella Letteratura e Industria è il primo premio italiano dedicato a romanzi o saggi capaci di cogliere le trasformazioni in atto dal punto di vista economico e sociale e di indagare i rapporti tra due mondi apparentemente distanti: cultura di impresa e letteratura.
Un riconoscimento che è confermato anche dall’attenzione che la stampa nazionale riserva ad ogni edizione del Premio, e dai numeri sempre in crescita della Community di lettori, con alti livelli di interazione e di seguito attraverso le pagine Social del Premio Biella Letteratura e Industria.

Il Premio è destinato a un’opera di autore italiano o straniero in traduzione italiana e, ad anni alterni, premia opere di Narrativa o Saggistica.
La XXIII edizione è dedicata alle opere di saggistica pubblicate tra il 1° gennaio 2022 e il 31 dicembre 2023. La scadenza per l’invio delle opere è l’11 marzo 2024.

A selezionare la rosa dei finalisti è stata confermata la Giuria presieduta dallo scrittore Pier Francesco Gasparetto, affiancato da due vicepresidenti: Claudio Bermond (docente universitario) e Alberto Sinigaglia (giornalista e docente universitario). Componenti della giuria sono: Paola Borgna (docente universitaria), Ida Bozzi (autrice, cronista culturale), Paolo Bricco (giornalista e saggista), Loredana Lipperini (scrittrice, giornalista e conduttrice radiofonica), Sergio Pent (scrittore), e Tiziano Toracca (docente universitario).
Gli autori finalisti verranno annunciati e presentati al pubblico in occasione della loro premiazione sabato 18 maggio 2024 presso la Biblioteca Civica di Biella.
All’autore dell’opera vincitrice verrà assegnato un premio di Euro 5.000, e ai quattro finalisti un premio di Euro 1000.

La nuova edizione del premio Biella Letteratura e Industria vede la conferma della collaborazione con la sezione di Biella del Club Alpino Italiano. La scorsa settimana è stata, infatti, firmata una convenzione tra il presidente della sezione di Biella del CAI, Andrea Formagnana, e il presidente del Premio Biella Letteratura e Industria, Paolo Piana, che vede l’istituzione del Premio CAI Biella.
Un progetto condiviso che si propone di sviluppare un programma triennale di collaborazione volto ad individuare e a mettere in evidenza aspetti della realtà socio-economica della montagna visti attraverso opere di narrativa e saggistica.
Il Premio è riservato all’opera, tra quelle candidate alla XXIII edizione del Premio Biella Letteratura e Industria, che meglio rappresenta come l’agire economico e imprenditoriale influenzi l’ambiente sia sociale sia naturale in montagna.
La Giuria che selezionerà le opere è presieduta da Annibale Salsa, antropologo, ed è composta da Daniela Berta, direttrice del Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi”, Stefano Ardito, giornalista e scrittore, Marco Berchi, giornalista, e Pietro Lacasella, antropologo e blogger. Al vincitore in premio l’opera “Quintino” dell’artista Daniele Basso.

Le altre sezioni del Premio Biella Letteratura e Industria sono:

Premio Opera straniera. Fra le opere straniere in traduzione italiana partecipanti al concorso sarà assegnato dalla giuria il “Premio opera straniera”, consistente in un’opera d’arte

Premio della Giuria dei lettori. Fra i cinque autori finalisti verrà selezionato il vincitore del “Premio della Giuria dei Lettori”. La Giuria dei lettori è composta dai membri dell’Associazione culturale L’Uomo e L’Arte, che dal 2006 ha istituito “Il Circolo dei Lettori di Biella”, e dai librai di Biella.

Premio Lions Bugella Civitas. Il Premio nazionale Lions Bugella Civitas, sesta edizione, promuove la lettura critica dei libri finalisti del Premio Biella Letteratura e Industria e indice un concorso per la migliore recensione.

La cerimonia di premiazione avrà luogo sabato 23 novembre 2024 presso l’Auditorium di Città Studi, Biella.

Il concorso, giunto alla sua ventiduesima edizione, ha avuto come vincitori nelle passate edizioni: Giorgio Bocca con “Il secolo sbagliato”, Mondadori (2001); Giorgio Soavi con “Adriano Olivetti: una sorpresa italiana”, Rizzoli (2002); Ermanno Rea con “La Dismissione”, Rizzoli (2003); Alessandro Zaccuri con “Milano, la città di nessuno”, L’ancora del Mediterraneo (2004); Raffaele Nigro con “Malvarosa”, Rizzoli (2005); Aldo Gianolio con “Teste quadre”, Aliberti (2007); Giorgio Boatti con “Bolidi. Quando gli italiani incontrarono le prime automobili”, Mondadori (2008); Goffredo Buccini con “La fabbrica delle donne”, Mondadori (2009); Antonio Calabrò con “Orgoglio industriale”, Mondadori (2010); Edoardo Nesi con “Storia della mia gente”, Bompiani (2011); Imma Fiorino, con “Uffici”, Einaudi (2012); Paolo Barbaro con “L’ingegnere, una vita”, Marsilio (2013), Sandro Gerbi “Giovanni Enriques. Dalla Olivetti alla Zanichelli” Hoepli (2014); Alessandro Perissinotto con “Coordinate d’Oriente”, Piemme (2015), Paolo Bricco con “L’Olivetti dell’ingegnere (1978-1996)”, Il Mulino (2016), Romolo Bugaro con “Effetto domino”, Einaudi (2017), Marco Revelli con “Non ti riconosco. Viaggio eretico nell’Italia che cambia”, Einaudi (2018), Giorgio Falco per l’opera “Ipotesi di una sconfitta”, Einaudi (2019), Paola Merloni, con “Oggi è già domani. Vittorio Merloni vita di un imprenditore”, Marsilio (2020), Paolo Malaguti con “Se l’acqua ride”, Einaudi (2021), Claudia Bianchi con Hate speech. Il lato oscuro del linguaggio”, Laterza 2022. Nell’edizione 2023 il premio è stato assegnato a Antonio Franchini per l’opera “Leggere, Possedere, Vendere, Bruciare) edito da Marsilio.

Il Premio Biella Letteratura e Industria è finanziato da Città Studi Biella con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e del Comune di Biella, nell’ambito delle iniziative di Biella Città Creativa dell’Unesco. Collaborano al Premio il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese, l’Associazione l’Uomo e l’Arte, la compagnia Carovana, Number One, Scrittori a Domicilio, la Società Dante Alighieri. Dal 2016 il Premio ha come partner i Rotary Club del Biellese e, dal 2019, il Lions Bugella Civitas. Il Premio annovera tra gli sponsor l’Unione Industriale Biellese, la società di acque minerali Lauretana, la società di servizi Yukon Housing, l’azienda tessile Vitale Barberis Canonico, Biver Banca, la società di comunicazione OrangePix e l’azienda PMI Stampi e stampaggio materie plastiche e gomma.

L’iniziativa rientra nella “Settimana della Cultura di Impresa”, manifestazione nazionale promossa da Confindustria.

www.biellaletteraturaindustria.it per scaricare il nuovo bando

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap