domenica, 25 Febbraio 2024

Promuovere lo sviluppo delle realtà locali attraverso la cultura e la valorizzazione delle risorse tangibili e intangibili del territorio, dando vita alla Rete Culturale del Gezziamoci. E’ questo l’obiettivo del protocollo d’intesa sottoscritto ieri a Palazzo Malvinni Malvezzi a Matera fra l’Onyx Jazz Club, la Provincia di Matera e 15 comuni della Basilicata che hanno scelto di aderire alla rete: Accettura, Acerenza, Aliano, Avigliano, Genzano di Lucania, Grottole, Irsina, Latronico, Maratea, Matera, Miglionico, Montescaglioso, Policoro, Rionero in Vulture, San Severino Lucano.  

All’incontro, aperto dal presidente dell’Onyx Luigi Esposito, hanno preso parte il  sindaco di Matera, Domenico Bennardi, e l’assessore alla Cultura, Tiziana d’Oppido, il sindaco di Accettura, Alfonso Vespe, il sindaco di Acerenza, Fernando Scattone, il sindaco di Aliano, Luigi De Lorenzo, l’assessore alla Cultura di Avigliano, Angela Maria Salvatore, l’assessore alla Cultura di Genzano di Lucania, Simone Cancellara, l’assessore alla Cultura di Grottole, Mariapina Cosentino, l’assessore ai Lavori pubblici di Irsina, Giuseppe Candela, il sindaco di Maratea, Daniele Stoppelli, e l’assessore alla Cultura Valentina Trotta, il Presidente della CNA Basilicata, Leo Montemurro, il sindaco di Miglionico, Francesco Comanda, il sindaco di Montescaglioso, Vincenzo Zito, il sindaco di Rionero in Vulture, Mauro Di Nitto, il sindaco di San Severino Lucano, Francesco Fiore, la consigliera della Provincia di Matera, Viviana Verri, nelle veci del Presidente Piero Marrese.  

Attraverso la Rete tra gli enti lucani e l’Onyx Jazz Club si vuole promuovere la cultura e i territori della regione Basilicata con l’organizzazione di iniziative nell’ambito del festival Gezziamoci come concerti, laboratori, degustazioni, trekking urbano, letture condivise, residenze artistiche, attività formative e altre azioni destinate alla crescita culturale delle comunità lucane e alla valorizzazione del territorio. La Rete Culturale Gezziamoci favorisce il coinvolgimento delle comunità, stimolando una partecipazione attiva dei cittadini e si impegna nella diffusione della cultura musicale attraverso una serie di azioni educative rivolte in particolare ai giovani (ascolti guidati, corsi, masterclass e altre attività di formazione). Agli enti che partecipano alla Rete Culturale sarà attribuito un attestato di riconoscimento, l’I.J.T. (Indicazione Jazzistica Tipica): un bollino di qualità per la cultura, proposto dall’associazione Onyx Jazz Club per premiare l’impegno dei singoli enti nella diffusione della musica sul proprio territorio e nella valorizzazione dei talenti artistici, con particolare attenzione ai giovani.

Dopo la firma del protocollo, è stato presentato il disco “Pepe canta Battiato” di Saverio Pepe (voce) e Pier Domenico Niglio (elettronica, synth, cori), ultima produzione dell’etichetta Onyx Jazz Club. Un punto di vista diverso, un’idea fortemente contemporanea che si intreccia con gli echi dei brani pubblicati dal cantautore siciliano tra il 1972 e la metà degli anni ’90. Una certezza: non necessariamente il Battiato che ci si aspetterebbe. Un lavoro intenso, di riflessioni, di gioie, di canto, di personalizzazione. In ogni brano c’è più di un brano, c’è un lavoro di meticolosa ricerca, di selezione di parti che diventano citazioni. 

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap