domenica, 14 Luglio 2024

L’ossessione di un amore malato, la violenza che prende il posto della tenerezza, le apparenze che confondono presentando l’idillio di una coppia innamorata e spensierata che dalla vita ha avuto tutto.

Non ti lascerò (Fazi Editore, collana Darkside, traduzione di Giuseppe Marano) di Chevy Stevens è un viaggio senza ritorno nella spirale della violenza domestica.

L’inicpit descrive una coppia con figlioletta sulla spiaggia di un resort. Il cameriere porta dei cocktail e, porgendo il bicchiere a Lindasy in maniera del tutto involontaria le sfiora la mano. Andrew è certo che i due stiano flirtando e comincia a prendersela con la moglie. Lindsay, esasperata, gli dice che si sta sognando tutto. Lei va in bagno e, quando torna, non trova più né il marito né la piccola Sophie. Si accorge che in acqua c’è il gonfiabile dal quale la bambina non si separa mai, ha una crisi di panico, le persone attorno iniziano disperatamente a cercare in mare l’uomo e la figlia. Ma ecco che i due, all’improvviso, ritornano in spiaggia. Non erano mai entrati in acqua. Andrew fa credere a tutti che la moglie è eccessivamente ansiosa – e le circostanze gli danno ragione, Lindasy non sembra una donna serena.

Cambia la dimensione temporale: anni dopo, Lindasy e Sophie, malgrado il tenore di vita del tutto diverso, sono finalmente libere dalla torbida figura di Andrew, in carcere per omicidio stradale. Solo che, una volta uscito, avrà un unico scopo: vendicarsi per ogni anno trascorso tra le sbarre.

La Stevens è abilissima nel tenere alte la tensione e la suspense, attinge a piene mani dai casi di cronaca e tratteggia un profilo psicologico perfetto dell’aguzzino: Andrew ha alle spalle un’infanzia difficile, connotata dalle violenze paterne. I suoi soprusi mascherati dall’amore hanno origine nel passato, come il vizio dell’alcol con il quale cerca di anestetizzare il suo dolore. Alla guida in stato di ebbrezza, ucciderà una giovane donna. Per la moglie e la figlia sarà la fine di un incubo, fin quando Andrew non sarà scarcerato…

La Stevens, defnita “la migliore autrice di thriller canadese”, anche con Non ti lascerò riesce ad avvincere il lettore con continui colpi di scena: sarà difficile staccarsi dalle sue pagine.

Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap