Vulcanica ma soprattutto ribelle. Una “testa calda” abituata ad andare controcorrente, a sfidare tutto e tutti con le proprie convinzioni. Nicole Rossi – l’abbiamo incontrata nel Collegio e in Pechino Express, dove ha vinto l’ottava edizione del reality – si racconta in Isolament(e)o (De Agostini), un diario che racchiude, accanto alle emozioni, anche disegni e foto.

Il suo diario segreto, quello che non ha mai scritto e che nessun genitore vorrebbe ritrovarsi tra le mani – lei stessa però avverte che sua madre, giovanissima (solo 18 anni di differenza) ma attenta alle regole, la conosce fin troppo bene – e che potrebbe essere una potenziale “bomba” se letto da adolescenti, è scandito soprattutto dall’introspezione: lei si confida senza filtri, ammette gli sbagli commessi da ragazzina, racconta del suo essere spregiudicata mentre dentro doveva scendere a patti con una fragilità incredibile. La stessa che si è poi concretizzata negli attacchi di panico – che, a lungo, non le hanno lasciato scampo.

Nicole dimostra comunque di avere una personalità forte, di essere una leader nata. Due anni fa nel reality Rai Il Collegio (che nel 2018 era ambientato nel 1968), sulla falsariga delle rivoluzioni di sessant’anni fa – la brezza del cambiamento e della caduta dei tabù, il vento della libertà – viene fuori tutta la sua indole: c’è lei a capodei “rivoltosi”, anche se è sempre alla ricerca di una guida, di un esempio da ammirare e da seguire. Una sognatrice che non stacca mai i piedi da terra, così si definisce Nicole, che porta questa doppia anima in un libro a metà fra autobiografia e pensieri segreti, poesie e riflessioni profonde, come quelle che sul suo profilo Instagram – seguito da più di 500 mila follower – riscuotono un forte successo di pubblico. Un libro che racconta, anche, il passaggio significativo della ragazza da Loser a Lover.

Nicole Rossi amante della musica, dell’arte, eclettica e versatile, nasce a Roma nel 2001. Ama far valere le proprie idee, ma la sua vocazione è quella di guidare e aiutare gli altri.

Rossella Montemurro

Pubblicità
Pubblicità