mercoledì, 21 Febbraio 2024

Dopo il successo della prima manifestazione di videomapping in piazza San Pietro Caveoso, stasera (10 dicembre) torna il grande evento celebrativo del trentennale Unesco, con il professor Danilo Audiello dell’università di Cambridge. Intorno alle ore 21, a chiusura delle attività del Presepe Vivente, e fino alle 23 sempre in piazza San Pietro Caveoso, la magia del videomapping si ripeterà con l’ultimo evento domani (11 dicembre), dalle ore 18 alle 23 nello stesso luogo. Infine, martedì 12 dicembre si terrà la conferenza-spettacolo dal titolo: “Landmark: la magia della pietra”, alle ore 17 presso “Casa Cava”, dove a seguire sarà esposta una “pietra” di Luna fino alle ore 21. Audiello, in arte Alexis Arts, è un divulgatore scientifico e artista di fama internazionale, scelto dal sindaco Domenico Bennardi, con l’assessore alla Cultura Tiziana D’Oppido, per animare un evento unico e spettacolare. Tutto al fine di esaltare le specificità della città dei Sassi in un contesto talmente straordinario, da aver portato a coniare il termine “Paesaggio culturale”, concepito a Parigi proprio per rendere giustizia alle sue caratteristiche della città. Con la conferenza-spettacolo di martedì e il videomapping celebrativo, accompagnato da un racconto visuale all’insegna dell’immaginifico, gli spettatori vengono accompagnati in un “viaggio dello stupore” secondo il modello di “creative-learning”, ideato dall’Accademia della magia e della scienza di Cambridge, di cui Alexis è fondatore. Un’organizzazione nata e supportata ufficialmente dall’acceleratore della “Judge Business School” dell’università di Cambridge (UK), che ha l’obiettivo di diffondere contenuti educativi e culturali attraverso l’elemento ludico della creatività e della meraviglia. L’artwork è frutto della collaborazione con l’Academy, tra gli altri di Ross Ashton, già projection artist della regina Elisabetta II, che con Alexis Arts ha stabilito un Guinness World Record sulla cappella dell’università di Cambridge e sulla facciata di Buckingham Palace, in occasione dei 50 anni della regina. Con Audiello c’è il creativo Antonio Minelli, che si occupa della voce narrante, e il designer Fabio Pastore, già responsabile dei contenuti grafici per i principali programmi televisivi Rai, Mediaset e Sky, tra cui Sanremo.

COS’E’ IL VIDEOMAPPING

Lo storytelling visuale del videomapping celebra i Sassi e il loro contesto storico-culturale, attraverso un racconto fantastico all’insegna dell’unicità di Matera. Particolare rilevanza è stata data alla “balena Giuliana”, creando digitalmente un ambiente con le reali proporzioni del fossile rinvenuto per come sarebbe apparso circa un milione di anni fa. Si è voluto esaltarne il simbolismo della creatività e la capacità comunicativa: è, infatti, proprio la balena, assieme alla luna, il filo conduttore di questa narrazione fantasiosa ed evocativa delle meraviglie della città.

COINVOLGIMENTO DELLE SCUOLE

Ad intermezzare il videomapping celebrativo verrà, inoltre, presentata un’elaborazione grafica accessoria costruita con il contributo degli studenti delle scuole afferenti all’ufficio scolastico provinciale di Matera, che sono state invitate a formulare un messaggio di auguri in occasione dell’anniversario. Agli studenti è stato proposto di comporre e condividere tramite un form online, dedicato un messaggio augurale per il trentennale Unesco legato al tema dell’immaginazione, dello stupore per la bellezza di Matera e delle emozioni che questa città dona al mondo. Un augurio alla città stessa, perché possa diventare una “Matera che Vorrei”, favolosa e costruita con tutta la fantasia di cui si dispone. Gli auguri testuali più originali e creativi sono, quindi, stati tradotti in grafica e saranno proiettati a corollario del videomapping.

CONFERENZA-SPETTACOLO: “Landmark: la magia della pietra”

Nel suggestivo scenario di Casa Cava, Alexis Artsproporrà una performance che unisce l’illusione alla divulgazione scientifica e culturale, conducendo gli spettatori in un viaggio magico ispirato dagli elementi più suggestivi di Matera: la pietra, le acque, la materia e lo spazio, le trasformazioni e rinascite di una città che sembra collegare mondi diversi, ed il passato al futuro. La performance sarà accompagnata dalla narrazione di Eva Ratti, astrofisica, formatrice e divulgatrice scientifica. Al termine dell’evento, un frammento di Luna rimarrà in esposizione sino alle ore 21.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap