martedì, 28 Maggio 2024

C’è tempo fino a domenica 9 gennaio per visitare il suggestivo Presepe Vivente nei Sassi di Matera. Giunto all’undicesima edizione, quest’anno dal titolo “Hope for the Future”, si snoda nel Sasso Caveoso. Nove le scene che accompagnano per circa ottocento metri i visitatori alla Natività e ripercorrono i momenti salienti delle Sacre Scritture.

Ad accogliere il pubblico è Francesco, il poverello di Assisi che chiede a Papa Onorio III il permesso di realizzare il primo Presepe. Subito dopo, sulla facciata della chiesa di San Pietro Caveoso è protagonista uno splendido videomapping con immagini della Natività, della Madonna della Bruna e un’originalissima scomposizione della stessa chiesa.

Si raggiunge quindi Vico Solitario in cui è stata ricostruita la corte del sovrano Erode: attorniato da sontuosità e magnificenza le sue sono parole crudeli e brutali. Proseguendo, ci sono la zingara, gli spazi del mercato, i soldati romani e i sacerdoti del Sinedrio fino alla grotta di Betlemme, allestita in un vicinato di Malve, e all’arrivo dei Re Magi.

Bravissimi gli attori, un plauso edizioni al regista Gianpiero Francese che ha curato scenografia e contenuti della narrazione. L’organizzazione è, come ormai da undici anni a questa parte, di Matera Convention Bureau, guidata da Luca Prisco.

Un’attenzione particolare è riservata alle famiglia con bambini: per loro sono assicurati posti nelle prime file, proprio per permettere ai più piccoli di assistere alla rappresentazione nel migliore dei modi.

Il percorso, infine, si sviluppa in piena sicurezza e nel rispetto delle normative anti-Covid, l’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Green Pass ed è obbligatorio indossare la mascherina.

Per ulteriori informazioni: www.presepematera.it 

Rossella Montemurro

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap