mercoledì, 24 Luglio 2024

Il Matiff, Matera Art International Film Festival, regala un’accoglienza in grande stile all’anteprima speciale di “No Time to Die” di Cary Fukunaga, che si terrà il 29 settembre, con grandissimi ospiti internazionali. Quella stessa sera il campanile del Duomo di Matera si trasformerà in un caleidoscopio di immagini per raccontare la storia di un viaggio nel tempo, quello cinematografico della Basilicata con alcuni dei suoi protagonisti e delle sue pellicole.

Tante le opere realizzate nel territorio lucano che segnano una pietra miliare della grande storia del cinema italiano, basti pensare a “La Lupa” (1953) di Alberto Lattuada, “Anni Ruggenti” (1962) di Luigi Zampa, “Il Vangelo Secondo Matteo” (1964) di Pier Paolo Pasolini, fino ad arrivare al mondialmente noto “The Passion” (2004) di Mel Gibson, che ha portato Matera in una nuova orbita produttiva per il cinema.


Il racconto sarà in chiave Matiff, ovvero seguirà il filo rosso del tema “Ulisse su Marte”, che con il suo Space x immaginario, lancerà nello spazio le grandi imprese e i protagonisti che il territorio lucano ha conosciuto cinematograficamente, sino ad arrivare al suggello del successo mondiale, con il film “No Time to Die”, girato nella culla della Città Dei Sassi.

Da un’idea del Matiff, l’evento è a cura dell’artista Hermes Mangialardo, nasce in collaborazione con il Comune di Matera e vuole essere un atto celebrativo del successo corale di tutti gli operatori del settore cinematografico lucano.

Dopo gli eventi da poco realizzati, con il tributo di pace nella commemorazione dell’11 Settembre, ed ospiti di rilievo come il maestro Pupi Avati, e i noti musicisti Gianni Maroccolo e Antonio Aiazzi impegnati in una performance inedita come la sonorizzazione del film “L’astronave” (www.matiff.it), il Matiff dà appuntamento alla prima edizione del Festival che si terrà tra il 17 e il 20 Novembre.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap