domenica, 21 Aprile 2024

Domenica 24 marzo 2024 presso la sede del Centro C. Levi in Palazzo Lanfranchi a Matera alle ore 17,30, nell’ambito della rassegna RISONANZE, si terrà il concerto “Le Triosonate – Cantabilità e Virtuosismo”.

Nella varietà di proposte offerte dell’Ars Nova, questo concerto presenta un programma di musica barocca comprendente quattro sonate ‘a tre’, per due flauti e clavicembalo, composte da alcuni dei maggiori compositori della prima metà del Settecento: Johann Sebastian Bach, il di lui figlio Carl Philipp Emmanuel Bach, Georg Philipp Telemann.

La bellezza di questo repertorio risiede nella grande cantabilità strumentale, nella scrittura spesso virtuosistica e nella ricca varietà di ‘affetti’.

Interpreti del concerto l’Ensemble barocco Altilia:

Charina Quintana – flauto

Giovanni Mugnuolo – flauto

Maria Antonietta Cancellaro – clavicembalo

Programma:

J.S. BACH (1685-1750)                 – Sonata in Sol min. (BWV 1029)

C.PH.E. BACH (1714-1788)          – Sonata in Re magg.

                                                         – Sonata in Re min.

G.PH. TELEMANN (1681-1767) – Sonata in La magg.

Curriculum degli esecutori

Charina Quintana, nata a Las Palmas de Gran Canaria, si è diplomata in flauto presso il Reale Conservatorio Superiore di Madrid con attestato di merito. Ha frequentato corsi di perfezionamento di flauto e di pedagogia specialistica presso l’Accademia Musicale di Stoccarda. Vincitrice nel 1989 del concorso come docente-funzionario presso il Conservatorio Superiore delle Isole Canarie, ha svolto un’intensa attività concertistica parallelamente all’attività didattica, sia come solista che in formazioni cameristiche. Ha realizzato programmi e registrazioni per la radio e la TV delle Canarie, TeleRadio Uno di Altamura, ecc. Flauto solista nell’Orchestra Sinfonica dell’Atlantico, ha collaborato con l’Orchestra Filarmonica di Gran Canaria, l’Orchestra Sinfonica di Las Palmas, l’Orchestra Filarmonica Giuseppe Verdi di Salerno, Orchestra Ritmica Sinfonica Italiana, l’Orchestra Classica di Altamura, l’Orchestra da Camera di Enna, la Rotary Chamber Orchestra. Ha fatto parte di giurie in prestigiosi concorsi internazionali e tiene inoltre corsi di perfezionamento, masterclass sul repertorio e sulla didattica all’insegnamento del flauto. É presidente dell’Associazione Flautisti delle Canarie “Aflaucan” che organizza il “FlauTeam Festival Internazionale di Gran Canaria”, per promuovere la letteratura per ensemble di flauti nelle Isole Canarie. Ha fondato con Giovanni Mugnuolo l’Altilia Ensemble finalizzato allaricerca e diffusione dell’opera di Saverio Mercadante; nel 2021 è stata nominata “Ambasciatrice della musica di Mercadante nel mondo” dalla comunità di Altamura. Artista Yamaha dal 2021.

Giovanni Mugnuolo ha iniziato gli studi musicali giovanissimo con il padre, conseguendo il diploma in flauto presso il Conservatorio “E. R. Duni” di Matera sotto la guida del M° Mario Giannotti. Si è perfezionato con i Maestri Jean- Claude Masi a Napoli e Peter-Lukas Graf presso l’Académie de Musique di Sion e Basilea, e in Musica da Camera con il M° Bruno Canino. Nel 1976 ha vinto il concorso come I° flauto presso l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia. Ha collaborato come I° flauto con l’Orchestra Sinfonica di Bari, l’Orchestra da Camera di Monaco di Baviera, l’Orchestra da Camera di Sofia e l’Orchestra da Camera di Francoforte, Orchestra Nazionale da Camera della Moldavia, Orchestra GAV. Ha registrato per la Rai, RDT, e Radio Vaticana. Nel 1991 è stato insignito del Diploma di Accademico della “Reale Accademia Filarmonica” di Bologna, e nominato socio onorario del “Museo Scrjabin” di Mosca. Ha inciso per la Bongiovanni e la Digitalsound. È membro permanente nella giuria del concorso internazionale TIM, e direttore artistico dell’Altamura Mercadante Fest. Già titolare della cattedra di flauto al Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto, è responsabile coordinatore delle scuole di musica e dei licei della provincia di Treviso. Ha eseguito in prima esecuzione in Italia il concerto per flauto e orchestra di B. Romberg con l’Orchestra Metropolitana di Bari e il concerto per flauto, chitarra e orchestra di F. Carulli con l’Orchestra da Camera “La Roggia” di Treviso. Tiene corsi di alto perfezionamento in Italia, Bulgaria, Lituania, Spagna. Nel 2021 è stato nominato “Ambasciatore della musica di Mercadante nel mondo” dalla comunità di Altamura.

Maria Antonietta Cancellaro, musicologa e clavicembalista, si è laureata in Discipline della musica presso l’Università di Bologna. Diplomata in pianoforte con Niccolò Parente, ha studiato clavicembalo con Emilia Fadini alla Scuola Musicale di Milano. Ha conseguito poi il diploma accademico di II livello in clavicembalo con Andrea Coen al Conservatorio de L’Aquila. Si dedica allo studio della musica rinascimentale e barocca, ponendo particolare attenzione alla riscoperta di compositori di rilevante valore artistico della tradizione colta meridionale. Ha pubblicato diversi articoli e saggi di natura storico-musicologica, tra cui i volumi: Estro poetico-armonico di Benedetto Marcello, con A. Coen, edizione critica moderna (Ut Orpheus, Bologna 2013-2018, Voll. I-VIII); L’Accentuazione in musica. Metrica classica e norme sette-ottocentesche, con E. Fadini, (Rugginenti, Milano 2009); Il Primo Libro delle Canzoni a 4 voci di Marc’Antonio Mazzone, edizione moderna e trascrizione (Olschki, Firenze 1990). Ha fondato nel 2005 il gruppo vocale e strumentale ‘Le Vaghe Ninfe’ con cui ha inciso, in qualità di direttore artistico, clavicembalista e organista, il CD Il Primo Libro delle Canzoni a 4 voci di Marc’ Antonio Mazzone (Brilliant Classics, 2016). Ha inciso da solista il CD ContraPuncta – Capricci da sonare cembali et organi op. 4 di Gregorio Strozzi (Farelive, 2023). Già docente di Storia ed Estetica della musica presso il Conservatorio “E.R. Duni di Matera”, ne è stata direttrice nel triennio 2005-2008.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap