lunedì, 15 Luglio 2024

Di seguito i premi della terza edizione del MATERA FILM FESTIVAL che si è concluso con una cerimonia che ha visto sul palco, tra gli altri, Robin WrightPatty Jenkins e Malika Ayane. La serata è stata presentata da Alina Liccione per la regia di Raffaele Festa Campanile.

MFF LONG – MIGLIOR FILM : Other Cannibals di Francesco Sassi. Il film è altamente creativo nel modo in cui crea una particolare atmosfera di anticipazione che scuote e disturba il pubblico. E’ un film che sorprende costantemente offrendo soluzioni imprevedibili sino all’ultimo istante.

MIGLIOR GIOVANE ATTOREBlær Hinriksson per ilfilm Beautiful Beings di Guðmundur Arnar Guðmundsson per la capacità di aver reso con sensibilità un personaggio complesso e aver interpretato le sottili angosce di un adolescente.

MIGLIORE ATTRICE ESORDIENTE: Gaia Di Pietro per il film Calcinculo di Chiara Bellosi per la sua capacità di interpretare un personaggio difficile e aver saputo cogliere sfumature più intime.

MFF DOC

Miglior film

I film documentari hanno il pregio di farci conoscere profondamente realtà che sentiamo appena nominare nei notiziari, di creare empatia laddove l’ammasso di informazioni produce indifferenza, e soprattutto hanno spesso il potere di rinnovare il modo in cui si raccontano le storie.  YEMEN secondo la giuria ha tutte queste qualità: la scelta del campo largo  nei punti di svolta sottrae i colpi di scena alla prevedibilità, il ritmo della recitazione mai artefatto ci fa arrivare l’eroismo dei protagonisti scevro da ogni retorica,  ogni inquadratura è una scoperta che produce una progressiva sensazione di familiarità, che  ci fa percepire la guerra senza mostrarla, la violenza senza la morte, ci coinvolge nell’atmosfera dell’incertezza e della distruzione come pure la voglia di cambiamento che produce nei protagonisti. 

Menzione 1

Una menzione speciale a RUE GARIBALDI, un film di straordinaria freschezza che ci mostra la lotta per la sopravvivenza di due giovani, un fratello e una sorella che si buttano nella vita partendo da zero e restando a zero fino alla fine, senza mai perdere il senso dell’umorismo. La recitazione e i dialoghi sono il grande pregio di questo lavoro e ci fanno conoscere una forma di cultura popolare profonda e umile, costruttiva e coraggiosa.

Menzione 2

Per l’ideazione, la scrittura poetica dei testi, il montaggio del materiale di repertorio; per aver trasfigurato in modo visionario il pericolo della perdita dell’innocenza e la forza profonda dell’umanità primitiva che hanno i bambini; per aver dato forma ad una storia senza retorica, ma con spirito esplorativo, indagativo ed interrogativo che è proprio del linguaggio cinematografico, la giuria assegna una menzione speciale a AI BAMBINI PIACE NASCONDERSI di Angela Norelli. 

PREMIO SPONSOR GRUPPO MAFFEINei Giardini della mente di Matteo Balsamo

MFF SHORT – MIGLIOR FILM: The Right Words di Adrian Moyse Dullin. Per la capacità di rappresentare uno spaccato generazionale in soli dieci minuti di viaggio su uno scuola-bus di 12-15enni: completo, impertinente, divertente.

MENZIONE SPECIALERoy di Tom Berkeley, Ross WhitePer la capacità di costruire e sviluppare il racconto fuori campo, attorno e dentro un personaggio elegante, commovente e stravagante.

MIGLIOR REGIA: Leo Berne, Raphaël Rodriguez per The Censor Of Dreams. Per la capacità di raccontare in modo onirico il sogno, nella sua forma più sinistra e reale.

MIGLIOR ATTORE: Giovanni Esposito per Le buone maniere. Per aver saputo restituire il senso di dignità in un personaggio sconfitto, combinando con autenticità e passione elementi interpretativi di realismo e di astrazione

MIGLIOR ATTORE EMERGENTE Yasser Osmani per The Right Words Con indubbio carattere e sorprendente fotogenia, la sua interpretazione riesce a rappresentare una generazione al contempo grezza e poetica, acerba ma ambiziosa, fragile ma capace di gesti eroici.

Premio d’onore a PATTY JENKINS
Premio d’onore a ROBIN WRIGHT

Premio giuria pop REALE MUTUA a ANIMA BELLA

Premio speciale a MALIKA AYANE per il video della cover El Negro Zumbòn

 
Organizzazione

Presidente dell’evento è Dario Toma mentre i Vice Presidenti sono Anna Rita Del Piano Tony Cianciotta. La direzione artistica è curata da Donato Santeramo e la consulenza artistica è affidata a Silvia Bizio. Direttore Artistico Musicale è Giuseppe Papasso, il Direttore Creativo è Silvio Giordano, mentre il direttore generale è Nando Irene. Di assoluto rilievo il contributo offerto dal comitato scientifico composto da: Manuela GieriSalvo Bitonti, e Fabio Viola. Il Presidente onorario del Festival è Enzo Sisti.

 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap