sabato, 15 Giugno 2024

Questa mattina, nella suggestiva cornice della Sala degli Specchi di Palazzo Malvinni Malvezzi, a Matera, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di “Matera 2 luglio, il Mondo nella Festa”, un innovativo format video ideato da Basilicata Media per raccontare la Festa della Bruna ai lucani, e in particolare ai materani, nel mondo.

All’evento sono intervenuti Sergio Palomba, direttore responsabile di Basilicata Media, in rappresentanza delle società Jogo, Quadrum e Rvm Broadcast, che curano l’organizzazione e la produzione del format; i presidenti delle associazioni “Angeli del Carro”, “Errghiò” e “Fede e Tradizione”, Mariano Iacovone, Gabriele Chiancone e Marco Rubino; il generale dei Cavalieri di Maria Santissima della Bruna, Angelo Raffaele Tataranni, e Vito Chiefa in rappresentanza del team dell’auriga del carro trionfale, e l’assessore alla Cultura del Comune di Matera, Tiziana D’Oppido

Tutti hanno offerto con entusiasmo il loro pieno sostegno e la loro fattiva collaborazione all’iniziativa, che – ad oggi – si sta svolgendo col sostegno di privati e di Unioncamere Basilicata. 

«In questo 2024, anno del cosiddetto “turismo delle radici” – ha spiegato Sergio Palomba – abbiamo pensato di ampliare la narrazione della Festa della Bruna, coinvolgendo le comunità lucane sparse nel mondo»

Alla conferenza, infatti, avrebbe dovuto partecipare anche il direttore dell’Apt, Antonio Nicoletti, che però – per sopravvenuti impegni istituzionali – non ha potuto essere presente pur non mancando di far giungere i suoi saluti e la condivisione del progetto.

La Festa, patrimonio regionale di inestimabile valore, merita un racconto che affondi le radici nella storia, non limitandosi alla prospettiva del materano residente, ma abbracciando le sue comunità diffuse a livello globale.

Attraverso un racconto, anche sottotitolato, che ne ripercorre le origini, i reportage in programma dal 17 al 27 giugno sul sito web, sui canali social e su YouTube di Basilicata Media, avranno l’obiettivo di far vivere l’atmosfera festosa a chi si trova lontano per lavoro, discendenza o scelta di vita.

Oltre ai reportage, sono previste tre serate di intrattenimento a tema, in onda dalla sede degli Angeli Del Carro dal 28 al 30 giugno, promosse e organizzate in collaborazione con la stessa associazione e alle quali prenderanno parte ospiti che gravitano attorno al 2 luglio, artisti e special-guest, per un happening che coinvolgerà attivamente i materani nel mondo, trasportandoli nell’atmosfera della Festa, con la collaborazione degli altri sodalizi coinvolti. 

«Siamo felici di aprire le nostre porte a questa iniziativa – ha dichiarato Mariano Iacovone – perché si concretizza finalmente un’idea che avevamo da tempo: saranno tre giorni di festa che serviranno a far conoscere ancora di più e meglio la Festa della Bruna nel mondo che, insieme e uniti, potremo rendere sempre più bella».

«Aderire a questa iniziativa è un piacere – ha aggiunto il generale Tataranni – perché è un’altra occasione per condividere valori e tradizioni di cui ci sentiamo orgogliosamente depositari».

«Sarà un successo – ha commentato Rubino – perché riusciremo ad arrivare anche a chi fino ad oggi non siamo riusciti a raggiungere e che vuole sentirsi parte della Festa della Bruna e a cui – ha aggiunto Chiefa – racconteremo con piacere il lavoro che c’è dietro non solo il 2 luglio ma anche nei tanti giorni precedenti».

«Per la nostra associazione, che si occupa di riscoprire e valorizzare le tradizioni materane – ha spiegato infine Chiancone – queste sono occasioni importanti per portare alla ribalta usi e costumi che nel tempo si sono persi».

Questo format, tuttavia, è solo l’apripista di un progetto più ampio: Basilicata Roots, la prima web TV dedicata ai Lucani nel mondo. Basilicata Media sta infatti per lanciare un portale ricco di contenuti video, fruibili on-demand e presto anche in diretta, con l’obiettivo di rinsaldare il legame tra queste comunità e la loro terra d’origine attraverso una community social dedicata.

L’assessore D’Oppido, che ha portato anche i saluti del sindaco di Matera, Domenico Bennardi, ha espresso il suo plauso verso “Matera 2 luglio, il Mondo nella Festa”, sottolineandone il valore di raccordo tra i materani che vivono nella propria città e quelli che, per un motivo o per un altro, hanno dovuto abbandonarla senza mai dimenticare le proprie radici. «Un lavoro – ha concluso l’assessore – che, ampliato all’intera regione col progetto Basilicata Roots, acquista un valore ancora più grande».

Alla conferenza di questa mattina, era presente anche il consigliere regionale uscente Luca Braia, che ha messo a disposizione di “Basilicata Roots” la sua esperienza nel massimo ente territoriale e i contatti coi lucani nel mondo, il quale ha auspicato che questo format possa essere replicato anche in altri contesti religiosi e tradizionali della nostra regione. 

«Si tratta di un dovere morale verso i Lucani che vivono all’estero – ha concluso Palomba – raccogliendo un desiderio di protagonismo spesso rimasto inascoltato. Per le aziende che lavorano al progetto Basilicata Roots e Basilicata Media, questo rappresenta la continuazione naturale di una mission da sempre votata alla valorizzazione e promozione del territorio attraverso la sua narrazione».

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap