sabato, 13 Luglio 2024

La Matera intrisa di storia, legata a doppio filo con le gesta dei templari e quella che invece è passata dalle aule dell’ITAS “Gaetano Briganti” di Matera: i due volti della città dei Sassi hanno caratterizzato la seconda serata di “Libri in Terrazza”, la rassegna promossa sulla Terrazza San Francesco, in piazza San Francesco, dall’associazione Liberalia con la casa editrice Altrimedia Edizioni.

Il segreto delle nove monache di Akkon di Domenico Bennardi, sindaco di Matera, intervistato ieri dalla giornalista Rossella Montemurro, ha accompagnato il pubblico in una trama avvincente in cui un ragazzo materano si trova invischiato in un’incredibile storia, sulle tracce dell’ultima reliquia templare.

Filippo Radogna, curatore del saggio Scuola, economia e territorio. L’Istituto Tecnico Agrario “Gaetano Briganti” di Matera, intervistato dalla giornalista Carmela Cosentino, ha invece illustrato il testo – da lui curato – che raggruppa documentazione d’archivio, ricerche e racconti, progetti, cronaca, aneddoti, esperienze biografiche, ognuna con il suo valore, riannoda i fili del percorso di una Scuola che, arrivando al presente, ha fornito un concreto contributo al progresso civile, sociale ed economico del Materano.

“Libri in Terrazza” riprende questa sera, 23 giugno alle 20.45 con il saggio La vera storia di Isabella Morra di Pasquale Montesano, che sarà intervistato dal giornalista Filippo Radogna. La vicenda di Isabella, figlia di Luisa Brancaccio e del barone Giovan Michele di Morra, vittima di un efferato delitto, è ripercorsa in questo libro con l’aiuto di documenti inediti. Alle 21.45 “Pillole in musica”, dialogo tra Angelo Cicchetti, cantautore, e Rossella Montemurro. A seguire, esibizione a cura di Angelo Cicchetti (voce e chitarra) e Mauro Venezia (percussioni).

Domani, 24 giugno alle 20.00, focus su “La molteplicità dell’identità”. Si parlerà del volume Il dispositivo interno di Giampaolo Salvatore e Ninna nanna ninna oh questa mamma a chi la do di Chiara Gambino. Il dispositivo interno è un romanzo ritmato, ricco di tematiche di estrema attualità e, tra le righe, spunti e consigli da cogliere al volo: innegabile l’impronta dell’autore, psichiatra e psicoterapeuta. Ninna nanna ninna oh questa mamma a chi la do è invece una raccolta di racconti, tutti sul filo dell’ironia, che ha come protagonista una donna multitasking: professionista affermata e mamma acrobata, per lei come per tante altre nella sua situazione assemblare i tanti “pezzi” della quotidianità spesso è un’impresa, quasi un grande puzzle in cui deve andare tutto, ogni giorno, al posto giusto. Modera la giornalista Rossella Montemurro.

Alle 21 live “L’esilio di rose e gigli”, note e parole in concerto con Giusy Zaccagnini (voce narrante), Angelo Manicone (sax), Magda Azzilonna (chitarra), Nicola Andrulli (basso elettrico) e Tonio D’Arminio (batteria).

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap