“La storia che aveva appena ascoltato, quella era l’unica e sola storia. E Jake sapeva che ciò di cui si era vantato il futuro Parker Evan in merito al suo romanzo si sarebbe immancabilmente verificato. Senza ombra di dubbio. Si sarebbero fatti la guerra per i diritti di pubblicazione all’estero, e poi si sarebbero fatti la guerra anche per i diritti cinematografici. Oprah Winfrey l’avrebbe mostrato alle telecamere, sarebbe stato sui tavoli più vicini all’ingresso di ogni libreria in cui mettevi piede. Probabilmente per molti anni a venire. Tutti quelli che conosceva l’avrebbero letto.”

Uno scrittore fallito con un unico romanzo, L’invenzione della meraviglia, che è riuscito a dargli un po’ di fama. Poi il nulla. Qualche corso di scrittura ad allievi che si reputano geni della letteratura e che non conoscono neanche le basi, lavoretti di editing, ripieghi pur di racimolare qualcosa a fine mese. Quando il professor Jacob Finch Bonner ascolta l’idea di Evan Parker, un ragazzo brillante ma troppo sicuro di sé, si rende conto di avere materiale incandescente, un bestseller annunciato. Lui è uno studente di uno dei corsi del professore in un college semisconosciuto, il Ripley College nel Vermont. Per il docente rappresenta tutto ciò che avrebbe potuto essere e avrebbe potuto avere. È davvero una trama piena di potenzialità, vincente sul mercato.

Inizia così Le parole che hai scritto (Piemme, traduzione di Laura Prandino) di Jean Hanff Korelitz, l’autrice di The undoing. Le verità non dette, un thriller psicologico che prende spunto dall’invidia, dalla brama di successo che può spingere a compiere azioni discutibili. Proprio come quella di Jake che, una volta appreso della morte per overdose del suo ex studente, decide di appropriarsi della sua trama.

La domanda sottesa è: “Fin dove ci si può spingere per coronare un sogno?”

In breve tempo, l’ex scrittore fallito diventa l’autore di bestseller che avrebbe sempre voluto essere.

L’idea fumosa della saga madre-figlia ha preso forma, ed è davvero un successo. Furto scala le classifiche, riempie sale da 2.400 posti, ci sono i presupposti per una trasposizione cinematografica. Ma sul più bello, all’apice della (immeritata) gloria del professore, arriva una mail lapidaria: “Sei un ladro”. Comincia così un vortice di situazioni che rendono adrenalinica la trama, confermando il talento di un’Autrice anche ancora una volta ha scritto una storia eccezionale.

Jean Hanff Korelitz ha all’attivo diversi romanzi e collabora con Vogue, Newsweek, Travel & Leisure.
Ha raggiunto il successo con The undoing. Le verità non dette, rimasto a lungo in classifica sul New York Times e facendole guadagnare ottime critiche.
Vive a Princeton con il marito e due figli.

Rossella Montemurro

Pubblicità
Pubblicità

mercoledì Novembre 23, 2022

TuttoH24

Testata giornalistica online registrata al Tribunale di Matera al n. 4/2017 del registro della stampa.

Direttore Responsabile: Rossella Montemurro

Contatti: tuttoh24@gmail.com

Rossella Montemurro

Giornalista professionista materana. Laureata in Scienze dell’educazione, si è perfezionata in Bioetica e Terapia familiare e relazionale. Ha lavorato per Il Quotidiano della Basilicata – occupandosi dei settori “Cronaca” e “Cultura” -, Il Mattino di Foggia, Il Mattino di Puglia e Basilicata, il Roma e con la testata giornalistica online “Il mio TG”. Ha collaborato con le emittenti televisive “Antenna Sud” e “Lucania Tv”. Attualmente dirige la testata giornalistica online www.tuttoh24.info e collabora con la casa editrice Altrimedia. Nel 2004 ha pubblicato per Ediesse Edizioni “I giorni di Scanzano”. Il volume, nel 2005, ha ricevuto la segnalazione della Giuria del Premio letterario Basilicata. Nel 2010 ha pubblicato per BMG Editrice “Carabinieri a Matera. Tradizione e modernità al servizio dei cittadini”. La pubblicazione è stata autorizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Nel 2019 ha pubblicato per Altrimedia Edizioni “Calci e pugni sul tetto del mondo. Biagio Tralli, identikit di un campione” e nel 2021 "Ilmio tuffo nei sogni"

Copy link
Powered by Social Snap