martedì, 16 Luglio 2024

Prima qualche distrazione, poi il sospetto di una demenza precoce – la malattia che ha colpito la madre anni prima -, alla fine un tentato suicidio: cosa sta accadendo a Cass Anderson?
Cass inizia a vivere un incubo dopo aver superato, di notte, in una strada dissestata e poco frequentata, un’auto ferma sul ciglio della strada. Quella notte c’era una pioggia battente, Matthew, suo marito, si era raccomandato affinché non percorresse quel tratto nonostante fosse una scorciatoia verso la loro casa. Cass è indecisa se fermarsi o meno a chiedere se la donna che è all’interno dell’auto ha bisogno di aiuto. Il maltempo e la situazione anomala, però, la spingono a proseguire. La mattina seguente si accorge che la donna a bordo dell’auto è stata assassinata proprio nel punto in cui si erano incrociate. Tutti i telegiornali ne parlano, la comunità è sconvolta. Cass, incredula e sotto shock, scopre che quella donna l’aveva conosciuta qualche settimana prima e tra loro stava nascendo una bella amicizia.
Il segreto di quella notte pesa come un macigno, la quotidianità di Cass è messa a dura prova: inizia a dimenticarsi di aver fatto determinate cose, di aver ordinato oggetti online, dimentica appuntamenti, dimentica il luogo in cui ha parcheggiato, non si ricorda nemmeno come funziona la lavatrice, se ha preso o no le sue pillole, se uno dei coltelli in cucina avesse una strana macchia sulla lama, come di sangue… Non solo, ogni mattina riceve telefonate mute che la inquietano e la lasciano in uno stato di prostrazione. E’ convinta che a contattarla sia l’assassino e che la prossima vittima sarà lei. Del resto, abitare in una casa isolata e molto vicina alla zona dell’omicidio non può che accrescere l’ansia della donna. Lo spettro della malattia che ha colpito la madre, poi, diventa una dura realtà con cui confrontarsi. Sulle prime il marito e la sua migliore amica minimizzano: le dimenticanze fanno parte di una situazione stressante che sta vivendo, le telefonate provengono sicuramente da un call center.
Matthew diventa rassegnato, sempre più distante; Cass è sempre più paranoica fino al momento in cui nel garage di casa scoprirà qualcosa…
E’ dopo le prime 300 pagine (sulle 400 complessive) del nuovo thriller di B. A. Paris – autrice del best-seller La coppia perfettaLa moglie imperfetta (Editrice Nord, traduzione di Olivia Crosio), che la trama cambia ritmo e le ossessioni di Cass si trasformano in azioni – il contrario di quanto accade nel primo libro della Paris quando nelle ultime 50 pagine la narrazione aveva un ritmo più lento e c’era una presenza minore di colpi di scena.
 Senza dubbio la Paris si conferma un’ottima scrittrice di thriller, una vera maestra del genere.
Nata e cresciuta in Inghilterra, B.A. Paris si è trasferita in Francia per lavorare in una grande banca d’investimento. A un certo punto della sua vita, però, ha deciso di cambiare e di dedicarsi all’insegnamento e alla narrativa. Quindi ha fondato una scuola di lingue e ha iniziato la stesura della Coppia perfetta. Vive a Parigi col marito e i cinque figli.

Rossella Montemurro
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap