sabato, 20 Luglio 2024

“Solo se sei magra, sei bella”. Le parole possono essere pietre, far notare a una bambina che è un po’ robusta o suggerire a un’adolescente di mangiare meno può avere effetti disastrosi.  Essere additati, essere costretti a rientrare in categorie estetiche imposte dai media, essere derisi: Giulia Accardi ha provato tutto questo sulla propria pelle e anche quando è diventata modella, influencer e attivista di una delle più famose agenzie di Milano (rappresentata anche all’estero) ha continuato a essere etichettata “modella curvy” e “plus size”, accentuando la negatività di tali appellativi.

Siciliana, classe ’92, Giulia ha avuto la grinta di reagire creando il brand “Perfectly imperfect” attraverso il quale combatte gli stereotipi imposti dalla società, sostiene i movimenti LGBTQ e supporta l’empowerment femminile in Italia. È tra le paladine della lotta contro il bodyshaming riscuotendo consensi e, da poco, ha pubblicato Il potere dell’imperfezione (Harper Collins) una sorta di autobiografia dai toni intimi e sinceri, scritto “come se stessi chiacchierando con una cara amica a cui desideravo svelare alcuni segreti senza imbarazzi né finzioni”.

Giulia si mette a nudo e racconta con naturalezza e con grande forza d’animo alcuni episodi, spiega, “a partire da determinate frasi (pensate da me o dette da altri) che per una serie di ragioni in passato mi avevano influenzato negativamente, facendo nascere in me convinzioni del tutto sbagliate e talvolta addirittura deleterie”.

Madre natura le ha donato un fisico abbondante ed estremamente femminile, lei è originaria di Marsala e circondata dagli echi di una società maschilista: un mix che non ha certo fatto bene alla sua autostima, finché ha capito di essere molto più di ciò che appare e che la sua grande forza risiede proprio in quelle che agli occhi di molti possono sembrare imperfezioni. Bellissima ma insicura, si scontra con la prima relazione sbagliata, un partner possessivo e violento.

Anche i primi passi nel mondo della moda sono da dimenticare, con pseudo agenzie dalle quali è truffata. In parallelo, Giulia lotta con il cibo e con problemi di salute che la costringono a stop forzati. Eppure quel sogno di diventare modella non la abbandona e lei, finalmente, lo realizza. Nel frattempo, ha raggiunto una consapevolezza cruciale: imparare a piacere a se stessi più che agli altri. Con coraggio e onestà, in questo libro svela per la prima volta tutte le bugie che ha dovuto combattere, la storia che si nasconde dietro ognuna e l’insegnamento che ne ha tratto. Perché solo con l’esempio, la sincerità e la solidarietà si possono abbattere i muri e imparare ad accettarsi.

Con uno stile semplice e diretto, la Accardi arriva al cuore del lettore raccontando con delicatezza la sua storia e, alla fine di ogni episodio realmente accadutole, dispensando una serie di consigli utili: conoscere la sua storia, scoprire cosa c’è davvero il suo sorriso splendido, sfata davvero tanti (falsi) miti.

Rossella Montemurro

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap