lunedì, 22 Luglio 2024

Si sono svolti i campionati Interregionali di Kickboxing a Mazara del Vallo, evento organizzato in maniera ineccepibile dal Maestro Francesco Vaccaro.

Ai campionati era presente anche una delegazione di atleti lucani guidata dal Presidente Regionale della Federkombat Basilicata e Direttore Tecnico della Nazionale Italiana, il Maestro Biagio Tralli. A salire sul ring Mazarese sono stati Danilo Andrulli della Elité Kickboxing, Antonio Gravela, Eustachio Gravela, Daniela Dell’Orco della Dynamic Center di Matera e Michele Dichio della Nuova Athena di Montescaglioso.
I ragazzi saranno così schierati:
Daniela Dell’Orco Vs Michelle Rita Tutino della Tao Kickboxing -65 Kg Low Kick Senior
Eustachio Gravela Vs Vito Ferrantello della Rendoki Dojo 91026 -63.500 Kg Low Kick Junior
Antonio Gravela Vs Giulio Polisano della Rendoki Dojo 91026 MTP -67 Kg K-1 Senior
Michele Dichio Vs Giulio Cozzo Wagner Team -75 Kg Low Kick Senior
Danilo Andrulli Vs Samuele Pace della Rendoki Dojo 91026 -69 Kg K-1 Senior
La prima a salire sul ring è Daniela Dell’Orco al suo debutto nel contatto pieno. L’atleta materana parte subito all’attacco opposta a una bravissima sicula con un po’ più di esperienza, entrambe danno vita ad un bellissimo match ma alla lettura dei cartellini vince la padrona di casa. Dell’Orco, alla sua prima esperienza non ha nulla da rimproverato e di certo ha capito che l’incontro sul ring lo si fa stando sincronizzati al proprio angolo.
Subito dopo tocca a Gravela Eustachio, l’unico junior del gruppo, opposto al fortissimo atleta di casa Ferrantello. Al suono della campanella i due atleti danno vita a una grandissima guerriglia con l’atleta materano che inizia e chiude sempre le azioni; le prime due riprese Eustachio predomina il suo avversario se pur di stretta misura. Nell’ultima ripresa Gravela cala leggermente chiudendo in parità. I giudici premiano entrambi gli atleti con un giudizio di parità, per il bellissimo match di grande caratura tecnica e di altissima intensità.
Il terzo a salire sul ring è Gravela Antonio apposto a Polisano. Al via dell’arbitro centrale il fighter siculo inizia a pressare il materano che inizialmente accetta il lavoro del suo avversario. Al suono della campanella Antonio ascolta i consigli del suo angolo e riprende in mano il match portando delle bellissime combinazioni. Alla fine dell’incontro i giudici premiano l’atleta lucano.
Il penultimo a salire sul ring è l’atleta montese Michele Dichio allenato dal Maestro Gino Clemente opposto ad un atleta di categoria superiore, Giulio Cozzo. Non per questo Dichio si tira indietro, infatti al via del giudice centrale il montese prende in mano l’incontro mettendo delle belle combinazioni di braccia e di gambe e il suo avversario non può che ripiegare sulle corde. Con il passare delle riprese Dichio sfoggiava il suo ricco bagaglio tecnico. Ma alla lettura dei cartellini resta l’amaro in bocca, i giudici decretano la vittoria all’atleta siculo.
L’ultimo a salire sul ring è Danilo Andrulli opposto al bravissimo fighter mazarese Pace. Al suono della campanella entrambi gli atleti partono in maniera irruenta, ma da subito il fighter materano fa valere la sua grande esperienza e cerca di mettere a segno più colpi e chiaramente di non farsi prendere. Alla fine della prima ripresa ascolta dei piccoli consigli dati dal Maestro Tralli e in questa maniera stravolge l’incontro a suo vantaggio. I giudici decretano la vittoria di Andrulli. Bisogna riconoscere che l’altleta mazarese ha mostrato un fortissimo carattere e una grande tenacia, siamo sicuri che sentiremo parlare di lui in futuro.

I match si sono svolti seguendo i rigorosi protocolli emanati dalla Federcombat e dalla FMSI (Federazione Medico Sportiva Italiana) e rigorosamente a porte chiuse.
Tutti gli appassionati hanno potuto seguire il galà in diretta streaming al seguente: https://youtu.be/1WC-33xzJLY
“Sono molto soddisfatto di questa trasferta, a parte la sconfitta di Michele Dichio che a mio parere aveva vinto. – dichiara Il Presidente regionale Tralli – Sono anche convinto che in un match o vinci o impari, di certo si rifarà. Torniamo a casa con la grandissima soddisfazione di aver chiuso questo brutto 2020 con un’altra bella prestazione sul ring siculo”.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap