lunedì, 15 Aprile 2024

Patto di amicizia tra Matera e Greccio (Ri) sulla tradizione presepiale

Matera è tra le città protagoniste oggi (13 aprile) alla “Festa delle città gemellate”, che si svolge nel comune rietino di Greccio dove è stato realizzato il presepe di San Francesco, il più antico d’Italia con i suoi 800 anni. Un’occasione preziosa per coinvolgere...

Termina domani a Matera la quattordicesima convention dell’ANFM, Associazione nazionale fotografi matrimonialisti. Sempre fino a domani, nelle scuderie di Palazzo Malvinni Malvezzi, è possibile visitare la mostra interamente dedicata al ritratto nella fotografia di matrimonio curata Maurizio Beucci, Head of Leica Akademie Italy.
L’Associazione da sempre investe moltissimo sulla formazione dei propri associati, puntando sulla qualità e la professionalità e cercando di portare influenze e ispirazioni attingendo da altri generi fotografici come la fotografia di ritratto o il reportage, un impegno che ha dato i suoi frutti se si pensa che attualmente conta quasi mille iscritti, un numero in continua crescita.
Fotografia contemporanea, business, intelligenza artificiale, utilizzo dei social network, sono solo alcuni dei temi affrontati nei giorni di formazione dedicati ai molti fotografi professionisti provenienti da tutta Italia.
“La Convention ANFM 2024 è una grande opportunità di formazione e confronto per i fotografi di matrimonio italiani. Il suo format esclusivo permette a tutti i partecipanti di crescere ulteriormente, consentendo non solo di innalzare la qualità dei propri lavori, ma soprattutto di evolvere la propria visione personale rispetto al panorama internazionale” spiega Flavio Bandiera, fotografo e Presidente ANFM.
Palazzo Malvinni Malvezzi e il Teatro Guerrieri stanno ospitando circa 300 fotografI molti master internazionali, una mostra inedita, sale di posa e molto altro.
Tra gli ospiti di punta di quest’anno Tomas Van Houtryve, artista, fotografo e film maker conosciuto in tutto il mondo per il suo lavoro relativo alla cattedrale di Notre-Dame di Parigi dopo l’incendio nel 2019, con accesso esclusivo alla ricostruzione: pubblicato su National Geographic, Alessandro Cinque, fotografo italiano di fama internazionale, che ha iniziato proprio con la fotografia di matrimonio per poi passare al foto giornalismo vincendo molti premi e pubblicando sui maggiori magazine del mondo. E poi ancora Rocio Verga e Franck Boutonnet, una coppia di fotografi famosi in tutto il mondo per i loro unici reportage di matrimonio , Piero Percoco, conosciuto sul social di Instagram con lo pseudonimo “the rainbow is underestimated” e Danilo e Sharon che affronteranno un tema molto sentito nella fotografia di matrimonio, analizzando la differenza tra essere un buon fotografo di matrimonio e diventare un professionisti di successo.
Numerose master class permettono di approfondire tematiche importanti per chi lavora in questo settore: tra queste, l’intelligenza artificiale con il fotografo Filippo Venturi, di post-produzione, di come stipulare un contratto impeccabile e molto altro ancora.
“Attraverso le relazioni e il confronto con il cambiamento, Anfm vuole dare la possibilità di accogliere nuove strade professionali”- racconta Silvia Roli, Responsabile eventi – “per questo nella nostra professione è molto importante creare occasioni di incontro in cui i fotografi possano aggiornarsi sulle nuove tecniche e i nuovi linguaggi della fotografia”.

Tratto da PhocusMagazine

Foto in copertina di Giacomo Vesprini

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap