domenica, 14 Aprile 2024

Patto di amicizia tra Matera e Greccio (Ri) sulla tradizione presepiale

Matera è tra le città protagoniste oggi (13 aprile) alla “Festa delle città gemellate”, che si svolge nel comune rietino di Greccio dove è stato realizzato il presepe di San Francesco, il più antico d’Italia con i suoi 800 anni. Un’occasione preziosa per coinvolgere...

 Un romanzo che si incentra sulla dolorosa tematica della vita dei malati di Alzheimer e dei cari che li assistono nel loro difficile percorso. E’ una storia di sofferenza ma anche di amore infinito e di speranza il testo “Cancellature” (Edigrafema) dell’autore pisticcese Enzo Montano, che sarà presentato sabato 17 febbraio con inizio alle ore 17 nella Sala Zanardelli del Comune di Stigliano. Dopo i saluti dei sindaci di Stigliano Francesco Micucci e di Pisticci Domenico Albano, moderati da Grazia Iannuzziello, interverranno l’editrice Antonella Santarcangelo, i medici Carmela Potenza, Giuseppe Agneta e Dorangela Locantore, il coordinatore infermieristico Palma Troiano e il dirigente scolastico Giosuè Ferruzzi. L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Hospice di Stigliano. Nella prefazione al testo lo scrittore Nicky Persico definisce il romanzo “un viaggio dolce in cui brilla una nuova sfumatura di luce in grado di portarci lontano”. Montano nella narrazione, con un linguaggio leggero e delicato, racconta vari episodi dei protagonisti della storia, ossia Anna e Piero, Fernando e Tiziana, i loro ricordi e le loro gioie, il passato e il presente, gli avvilimenti e le speranze, le tante paure ma anche la forza nel lottare contro il destino avverso. Tutto contribuisce a celebrare l’esistenza e la bellezza che mai si dissolvono di fronte alla malattia. Una scrittura terapeutica che ci accompagna alla comprensione dell’importanza della vita di ognuno e che diviene un mezzo per liberare le emozioni e parlare della difficile realtà dei malati. Enzo Montano ha già all’attivo una raccolta di poesie e di racconti. Prima di “Cancellature” ha pubblicato, sempre per Edigrafema, il romanzo dal titolo “Cacciatori di dolci”.  

Filippo Radogna

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap