giovedì, 20 Giugno 2024

I ragazzi del “Minibasket in Piazza” visitano la Polizia di Stato di Matera. Entusiasmo dei giovani atleti che hanno visto da vicino le Volanti, la Sala Operativa e le apparecchiature usate dalla Polizia Scientifica

Anche quest’anno sono arrivati a Matera i ragazzi del torneo internazionale “Minibasket in Piazza”. Organizzato dall’Associazione Polisportiva Dilettantistica Pielle Matera, al torneo aderiscono 48 squadre, composte di bambini e bambine di età tra i dieci e gli undici...

Come si racconta una guerra? Cos’è la paura? E il ritorno a casa? Sono alcuni degli interrogativi che hanno orientato la giornalista Antonella Ciervo durante la stesura della sua ultima opera “Con i piedi in guerra” (Edigrafema, collana dietroFont).

Per avvicinarsi il più possibile alla realtà, svelando le ragioni culturali profonde e le prospettive umane e professionali che spingono a vivere da dentro il dramma dei conflitti, Ciervo ha intervistato inviati, militari e studiosi quali Stefania Battistini, Asmae Dachan, Gaetano Dammacco, Nancy Porsia, Domenico Quirico, Nello Scavo, Francesco Semprini, Michele Torres, Lorenzo Turi e Leonardo Zellino.

Il libro verrà presentato in anteprima a Matera giovedì 9 novembre, alle ore 17.00, nella sede della Camera di commercio. Dialogherà con l’autrice la giornalista Beatrice Volpe, poterà un saluto l’editrice di Edigrafema Antonella Santarcangelo.  

Nell’introduzione al volume, l’autrice scrive: “Sono combattenti perché vanno in guerra come chi deve difendere la propria patria, affrontano i cecchini, gli avversari, a volte si trovano addirittura a scavare trincee e sentono la paura a ogni passo, come se fossero soldati al fronte. Gli inviati di guerra hanno, però, una sola arma con cui affrontare il nemico: le parole. Che compongono una notizia. Che definiscono l’informazione. Usate per far comprendere che ogni conflitto porta con sé tragedie umane, ragioni, torti, violenze, prevaricazioni, danni economici”.

I giornalisti intervistati raccontano le loro esperienze nelle zone di guerra, con riferimento all’Ucraina e ad altri conflitti come quello in Siria, ma condividono con i lettori anche le paure e le emozioni che si portano a casa, da gestire talvolta con la psicoanalisi per evitare di esserne sopraffatti.

Antonella Ciervo, giornalista, ha cominciato la sua carriera nel 1983 al quotidiano “Puglia” di Bari diretto da Mario Gismondi. Negli anni, numerose sono state le sue collaborazioni con altre testate da “La Città” al “Corriere del Mezzogiorno” a “Il Quotidiano del Sud” dove lavora ancora oggi nella redazione di Matera, città nella quale si è trasferita nel 1998 in occasione della nascita del quotidiano “La Nuova Basilicata”. Già autrice di tre romanzi per Edigrafema, questo è il suo primo libro che si occupa di attualità.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap