lunedì, 15 Aprile 2024

Patto di amicizia tra Matera e Greccio (Ri) sulla tradizione presepiale

Matera è tra le città protagoniste oggi (13 aprile) alla “Festa delle città gemellate”, che si svolge nel comune rietino di Greccio dove è stato realizzato il presepe di San Francesco, il più antico d’Italia con i suoi 800 anni. Un’occasione preziosa per coinvolgere...

Continuano le attività di informazione, di sensibilizzazione e di contrapposizione alla violenza nell’ambito di SottoSopra, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Giovedì 7 marzo, alle ore 17, si terrà al Centro diurno polivalente di Serra Rifusa di Matera il convegno dal titolo “Ascolto, dialogo, confronto: farsi comunità per annullare la violenza”. L’evento, in collaborazione con l’associazione ‘Anna Rosa una di noi’ e con il Dipartimento di salute mentale dell’Azienda sanitaria locale di Matera, sarà un momento di scambio tra attori istituzionali, operatori privati e comunità educante per intensificare la collaborazione e attivare nuove strategie di contrasto ai comportamenti aggressivi nei confronti dei soggetti più indifesi.
“L’iniziativa vuol essere anzitutto una restituzione dei lavori avviati con il progetto SottoSopra, a cui va riconosciuto il merito di aver acceso i riflettori su un tema, quello della violenza sui bambini e sugli adolescenti, ancora sommerso in Basilicata”, rimarca Anna Lucia Contuzzi, presidente della cooperativa sociale Progetto Popolare che è capofila di SottoSopra. “La tutela e la protezione dei più piccoli, a cui va garantito il pieno benessere psichico e fisico, devono essere la priorità assoluta verso cui orientare le azioni da intraprendere. Da un lato prevenzione e sensibilizzazione, dall’altro servizi capaci di prendersi cura di chi è stato già vittima di maltrattamenti e abusi”. “Allo stesso tempo – aggiunge – si parla ancora troppo poco di violenza di genere, della condizione di isolamento in cui si trovano tante donne, del cambio di paradigma culturale che sottende le azioni violente e determina spesso un muro di silenzio, di vergogna, di omertà che insieme possiamo abbattere”.                                                                       
Dopo i saluti istituzionali di Lucia D’Ambrosio, direttrice del Dipartimento di salute mentale dell’Asm, e di Maria Pistone e Tiziana D’Oppido, rispettivamente assessora alle Politiche sociali e assessora alle Pari opportunità del Comune di Matera, si aprirà la discussione. Interverranno: Eduardo De Ruggieri, direttore del Centro diurno polivalente di Serra Rifusa, che coordinerà i lavori; la coordinatrice dell’ambito socio territoriale Città di Matera e referente per le politiche di genere Caterina Rotondaro; la responsabile di SottoSopra Samantha Fusiello e l’esperta dei laboratori di supporto alla genitorialità Katia Bellomo; il dirigente scolastico dell’I.C. Pascoli Michele Ventrelli e la docente dello stesso istituto Grazia Tantalo; la presidente dell’associazione “Anna Rosa una di noi” Antonella Fontana; l’avvocato penalista Giuseppe Lamacchia; l’assistente sociale della Caritas Angela Rondinone. Dopo il dibattito, le conclusioni saranno affidate ad Anna Lucia Contuzzi. Nel corso dell’iniziativa sarà presentato il libro “Piccole grandi donne”, curato da Antonella Fontana e Grazia Tantalo e realizzato con i contributi degli alunni dell’Istituto comprensivo Pascoli di Matera.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap