sabato, 20 Luglio 2024

Lisa Hilton è diventata ancora più audace: Ultima (Longanesi, traduzione di Andrea Carlo Cappi) il volume finale della trilogia iniziata con Maestra racchiude scene hot e azioni mozzafiato, ben più “forti” rispetto a quelle incontrate nei testi usciti in precedenza.
Judith Rashleigh, la spregiudicata protagonista, in Ultimadà il meglio di sé. Bellissima, opportunista, spietata (arriva anche ad uccidere): accanto al corpo stupendo – lo usa come se fosse un uomo, per lei il sesso è un’apparente merce di scambio, in realtà un’arma infallibile che le permette di ottenere praticamente tutto – che si ritrova ha una mente astuta, con un’intelligenza brillante. È intrepida e sfrutta la propria femminilità per raggiungere ciò che desidera.
Esperta in “falsi” (del resto la sua vita è un falso, si è costruita un’altra identità, quella della gallerista Elisabeth Teerlinc), in questa nuova sfida dovrà vedersela con un nemico davvero molto pericoloso: un boss della mafia russa. Il suo fascino e la sua astuzia dovrà usarli per un’impresa ad alto rischio: portare il falso di un grande capolavoro (dopo Artemisia Gentileschi e Caravaggio entra in scena Gauguin) alla prestigiosa casa d’aste per la quale lavorava come assistente anni prima, e venderlo per una cifra da capogiro. Per Judith è un’impresa ad alto rischio: l’idea di ingannare i suoi ex datori di lavoro e tutto il mondo dell’arte per Judith è quasi eccitante quanto il sesso estremo, ancor più con la consapevolezza che il prezzo da pagare, in caso di insuccesso, sarà la sua stessa vita.
Al pericolo si aggiunge una verità sul passato della donna…
Una curiosità: la Hilton, originaria di Liverpool e amante dell’Italia, dove ha studiato Storia dell’arte, ha ancora una volta reso omaggio al Bel Paese non solo ambientando parte della trama proprio qui ma creando un personaggio ad hoc, Ruggero Silva, ispettore corrotto della Finanza.
La trilogia (composta anche da Maestra e Domina) è stata paragonata a Cinquanta sfumature. È bene precisare che in comune, però, hanno solo l’eros: qualità stilistica e originalità rendono i libri della Hilton agli antipodi rispetto a quelli della James.
Con Maestra, uscito ad aprile 2016, la Hilton, solo in Italia ha venduto 100 mila copie (è stato i 20 titoli di narrativa straniera più venduti nel 2016) e nel mondo ha superato il milione di copie.
Laureata ad Oxford, Lisa Hilton ha studiato Storia dell’Arte a Firenze e a Parigi. Ha all’attivo numerose pubblicazioni accademiche e collaborazioni con le più celebri testate anglosassoni, tra cui The Spectator, The Times Literary Supplement, Literary Review, Vogue, Elle, The Observer, The Independent e The Daily Telegraph. Di madrelingua inglese, parla perfettamente italiano, francese e spagnolo. Dopo aver lavorato a New York, Parigi e Milano, vive attualmente a Londra.
Rossella Montemurro
 
 
 
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap