Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Bernalda, nell’ambito di specifico servizio finalizzato al contrasto dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio, A.S., classe ’71, originario di Matera e già noto alle forze dell’ordine per reati contro la persona, il patrimonio, la pubblica amministrazione ed in materia di stupefacenti.

Nello specifico, i Carabinieri hanno deciso di sottoporre l’uomo a controllo nei pressi della propria abitazione, ove stava rientrando al termine di un permesso lavorativo, poiché sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. A seguito di perquisizione personale, lo hanno trovato in possesso di circa 80 grammi di cocaina, sotto forma ancora di “pietra”, e quindi ancora da “tagliare” per ottenerne un maggiore quantitativo, e da suddividere in dosi. La perquisizione è stata successivamente estesa anche all’abitazione, a seguito della quale è stata rinvenuta un’altra “pietra” del peso di 10 grammi. L’uomo pertanto, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria materana, è stato ristretto presso il carcere del capoluogo.   

Pubblicità
Pubblicità