mercoledì, 28 Febbraio 2024

“Ritratti di Matrimoni”, una mostra inedita a Matera

 Dal 12 al 16 marzo, nelle scuderie di Palazzo Malvinni Malvezzi sarà ancora una volta protagonista la fotografia di matrimonio d’autore. In occasione della Convention annuale di ANFM, unica Associazione italiana di fotografi matrimonialisti, Maurizio Beucci,...

La Fondazione Matera Basilicata 2019 ha pubblicato sul proprio sito web www.matera-basilicata2019.it  il documento che raccoglie gli esiti delle sei settimane di residenza di co-creazione svolta in Basilicata nell’ambito della seconda edizione del progetto “Creative communities” in memoria di David Sassoli promosso dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 e Open Design School in collaborazione con il Polo Bibliotecario di Potenza, con il supporto de Lo Stato dei Luoghi e il Patto per la Lettura del Lagonegrese e con il patrocinio dei Comuni Balvano, Filiano, Latronico, Miglionico.

Durante la residenza, il team di lavoro selezionato con bando pubblico, composto da cinque professionisti e due imprese culturali lucane, ha vissuto tra le comunità di Balvano, Filiano, Latronico e Miglionico per individuare bisogni e raccogliere proposte in termini di infrastrutture culturali, ovvero co-progettare un modello di presidio culturale che includa anche la biblioteca ma offra un ampio ventaglio di servizi. 

Per fare questo, è stata condotta un’indagine attraverso incontri con scuole, amministrazioni, gruppi di cittadini, interrogandosi sui bisogni e i servizi che ci si aspetta di trovare in una biblioteca. La raccolta dei feedback è avvenuta anche attraverso la distribuzione di cartoline che i cittadini hanno potuto compilare e un form online.

Il documento prodotto come esito della residenza rappresenta un tool-kit, una sorta di “cassetta degli attrezzi” da poter mettere a disposizione dei policy maker regionali e delle singole comunità locali per definire policies locali stabili e replicabili.  Il lavoro avviato durante le residenze proseguirà con un policy lab  in programma il 17 febbraio 2024 : uno spazio per  facilitare la collaborazione tra stakeholder e  progettare le azioni future partendo dallo studio  fatto nei  quattro comuni pilota e allargandolo ad una dimensione regionale. Il policy lab è pensato per amministratori locali e regionali, personale che opera nelle biblioteche e progettisti culturali.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap