Grandi nomi del cinema, della cultura e dello spettacolo si sono alternati in questi vent’anni di attività di Cinemadamare. La magia della settima arte è stata la protagonista assoluta di questo format, originale e longevo, che si è avvalso di patrocini importanti e collaborazioni di alto profilo, diventando una kermesse di cinema apprezzata e conosciuta ben oltre i confini nazionali. Margarethe Von Trotta, Peter Greenaway, Amos Gitai, Abel Ferrara, Mario Monicelli 8nella foto con il direttore Franco Rina), Rocco Papaleo, Domenico Fortunato, Antonio Petrocelli, Giuseppe Tornatore, Giuliano Montaldo, Paola Gassman, Enrico Lo Verso, Krzysztof Zanussi, Wim Wenders sono soltanto alcuni dei grandi Maestri del Cinema Italiano e Internazionale, che insieme a rappresentanti del mondo del giornalismo, della televisione e della cultura, come Antonio Preziosi, Pino Scaccia, Vincenzo Mollica, hanno offerto ai cidiemmini e ai tanti spettatori momenti di alto spessore culturale  attraverso seminari, conferenze, lezioni di studio di grandi film, workshop e masterclass, soffermandosi, molto spesso, sui titoli più significativi della produzione cinematografica. L’idea, la scrittura, le tecniche di ripresa e di montaggio, la visione, la promozione, sono stati al centro di un programma intenso di lezioni e seminari, impreziositi dalla presenza di questi ospiti, che hanno trasmesso ai cineasti le loro conoscenze, spiegando ed approfondendo, anche, le varie tecniche cinematografiche. Quello tra Mollica e Cinemadamare è un rapporto speciale, essendo stato il primo special guest della kermesse, presente nell’edizione del 2003, ed in quelle successive. Wim Wenders, altro ospite prestigioso, realizzò una visita storica a Matera, ed in tutta la Basilicata, oltre ad un workshop di grande rilievo. Innamorato della terra lucana, amava ogni mattina svegliarsi all’alba per assistere ad uno spettacolo meraviglioso ed emozionante che immortalava con delle foto. Altro regista, autore di un workshop di grande successo sulle nuove tecnologie del cinema, fu Peter Greenaway. Il Maestro si soffermò sull’esaltazione delle immagini, dell’effetto cinematografico che deve “bastare allo spettatore” non avendo, a suo avviso, il Cinema del futuro necessità di raccontare storie. Il regista Giuliano Montaldo, partecipò a numerose edizioni di Cinemadamare e apprezzò molto l’accoglienza lucana. Nel corso del suo workshop si soffermò sulla storia di Sacco e Vanzetti, sottolineando come la recitazione di Gian Maria Volonté e Riccardo Cucciolla fu talmente verosimile alla realtà che gli operatori del settore si misero a piangere. Gli spettatori di Piazza Troisi, a Nova Siri, udendo quella testimonianza, applaudirono in modo sentito e commosso. Altro Maestro del Cinema che incantò la platea di Nova Siri fu Giuseppe Tornatore. Nella cittadina jonica il famoso cineasta raccontò le vicende legate a “Nuovo Cinema Paradiso”, film che fu ridotto nella durata, e che se pur non ebbe un immediato successo, quando vinse l’Oscar, fu riprogrammato da tutti i cinema diventando una delle pellicole italiane più famose al mondo. L’esperienza di Ken Loach a Cinemadamare è legata agli operai della zona, che considerandolo un paladino dei diritti dei lavoratori decisero di partecipare a quell’incontro. L’incontro diede vita ad una serata molto emozionante, caratterizzata, anche, dalla proiezione del film “Il mio amico Eric”. “E’ un’edizione speciale –ha dichiarato il direttore di Cinemadamare Franco Rina – che celebra i vent’anni di una kermesse che ha ospitato eccellenze del panorama cinematografico italiano ed internazionale, che hanno attratto filmmaker e spettatori provenienti da ogni parte di Italia e del mondo, raggiungendo molto spesso luoghi “dimenticati” dalla grande produzione”. “Oltre agli ospiti nazionali ed internazionali, la Kermesse – ha, poi, aggiunto Rina – si è avvalsa anche del supporto di docenti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e di tanti altri enti, come l’Istituto di Stato per il Cinema e la Televisione “Roberto Rossellini”, con cui Cinedamare ha collaborato negli anni”.

A Nova Siri i cidiemmini italiani e stranieri continuano, intanto, le loro riprese: Aidan McMahon (Usa), Alex Jallow  (Italia – Gambia),  Amai Moreno (Messico), Andrea Gallacci (Italia), Aurora Staro (Italia), Deimante Vilkelyte (Lituania) Edouard Lemiale (Francia), Elizabeth Bravo (Spagna), Ernesto Campoy (Messico), Faith Riyano (Zimbawe), Giovanna De Luca, Lorenzo Sammicheli (Italia), MariaChiara Tiberia (Italia), Marie Guimond Simard (Canada), Nathaniel Owbotham (Scozia), Olivia Unruh (Germania), Paula Garces (Argentina), Peter Vadocz (Ungheria), Slava Zakharov (Italia – Ucraina), Slyvain Elfassy (Francia).  

Pubblicità
Pubblicità

sabato Agosto 13, 2022

TuttoH24

Testata giornalistica online registrata al Tribunale di Matera al n. 4/2017 del registro della stampa.

Direttore Responsabile: Rossella Montemurro

Contatti: tuttoh24@gmail.com

Rossella Montemurro

Giornalista professionista materana. Laureata in Scienze dell’educazione, si è perfezionata in Bioetica e Terapia familiare e relazionale. Ha lavorato per Il Quotidiano della Basilicata – occupandosi dei settori “Cronaca” e “Cultura” -, Il Mattino di Foggia, Il Mattino di Puglia e Basilicata, il Roma e con la testata giornalistica online “Il mio TG”. Ha collaborato con le emittenti televisive “Antenna Sud” e “Lucania Tv”. Attualmente dirige la testata giornalistica online www.tuttoh24.info e collabora con la casa editrice Altrimedia. Nel 2004 ha pubblicato per Ediesse Edizioni “I giorni di Scanzano”. Il volume, nel 2005, ha ricevuto la segnalazione della Giuria del Premio letterario Basilicata. Nel 2010 ha pubblicato per BMG Editrice “Carabinieri a Matera. Tradizione e modernità al servizio dei cittadini”. La pubblicazione è stata autorizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Nel 2019 ha pubblicato per Altrimedia Edizioni “Calci e pugni sul tetto del mondo. Biagio Tralli, identikit di un campione” e nel 2021 "Ilmio tuffo nei sogni"

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap