domenica, 14 Luglio 2024

L’associazione Amabili Confini, in linea con le ultime disposizioni del Governo sul Covid19, ha deciso di organizzare la quinta edizione dell’omonima rassegna in versione digitale. Con tale scelta si è voluto contemperare la tutela della salute dei cittadini con il desiderio di garantire la continuità ad un’iniziativa sempre più amata, restando al fianco della comunità e dando il giusto valore alle poesie e ai racconti brevi pervenuti sul tema “Parole”.

La rassegna, che si sarebbe dovuta svolgere da maggio a giugno con gli abituali incontri nei vari quartieri della città, verrà proposta quest’anno dall’11 al 17 maggio esclusivamente in streaming, con un’anteprima  il 9 maggio.

Il calendario degli “incontri virtuali”, consultabile sul sito www.amabiliconfini.it, sarà ricco di appuntamenti interessanti con dirette social e live streaming con gli scrittori ospiti della rassegna, con gli autori dei testi selezionati, con i gruppi di lettura, con gli studenti del Liceo Classico “E. Duni” di Matera, con i partner e con gli interventi del pubblico da casa. Insomma, sarà un’edizione insolita che presenterà elementi di innovazione sfruttando al meglio le opportunità offerte dal digitale per raggiungere un pubblico ancora più ampio e che al contempo manterrà inalterata la sua carica di entusiasmo e coinvolgimento emotivo.

Amabili Confini attuerà un percorso di avvicinamento all’apertura ufficiale della rassegna proponendo alcuni video delle precedenti edizioni e altri servizi dedicati a questa importante iniziativa di cultura partecipata.

Anche quest’anno Amabili Confini ha potuto confidare nella collaborazione di alcune associazioni attive nei territori limitrofi con cui sono stati siglati dei protocolli d’intesa: Culture in Movimento di Miglionico, Pensiero attivo di Ferrandina e Movimento culturale Spiragli di Altamura.

Come sempre, verranno confermate le sezioni Fuori zona, per i testi provenienti da altri Comuni e Regioni italiane, e Periferie sociali, per dare voce ai migranti dei centri di accoglienza e ai detenuti della Casa Circondariale di Matera, gli “invisibili”, che attraverso le loro parole varcheranno quei confini che li separano dalla comunità.

Ulteriori momenti di approfondimento saranno riservati alla sezione Amabili Versi, in collaborazione con l’associazione Matera Poesia 1995,e dedicata ai componimenti poetici ispirati al tema  di questa edizione. La poesia scelta dalle due associazioni, tra quelle più significative pervenute, sarà menzionata e letta in occasione della cerimonia di premiazione del concorso nazionale artistico-letterario Una cartolina da Matera, organizzato da Matera Poesia 1995.

Come per le edizioni precedenti, al termine della rassegna tutti i testi pervenuti saranno inseriti  in un’accurata antologia  e pubblicati on line sul sito di Amabili Confini.

Il progetto non usufruisce di finanziamenti pubblici ma si avvale del sostegno di partner privati.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap