domenica, 21 Aprile 2024

Sarà presentato mercoledì 27 marzo alle 16.30 nel Centro Caritas Diocesano La Tenda, nel rione Agna a Matera, A.Ma.Sa.M. Inclusione e autonomia (Altrimedia Edizioni) curato dalla giornalista e scrittrice Rossella Montemurro. Sono previsti gli interventi del presidente A.Ma.Sa.M. Lucia D’Antona, del direttore CSV Basilicata Gianleo Iosca, della direttrice editoriale di Altrimedia Edizioni Gabriella Lanzillotta, della curatrice del volume Rossella Montemurro, della coordinatrice ambito urbano città di Matera Caterina Rotondaro e dell’assistente sociale Cecilia Saponaro. In programma anche le testimonianze di familiari e volontari dell’A.Ma.Sa.M.

I ventisette anni dell’Associazione Materana per la Salute Mentale che, parafrasando il titolo, nell’ottica dell’inclusione e dell’autonomia sostiene persone con problematiche psichiche o psicologiche – sono racchiusi in questo volume alternando le testimonianze dei ragazzi a quelle dei volontari e dei familiari.

“L’anima dell’A.Ma.Sa.M. è data tutt’oggi dalla cospicua presenza di volontari che, insieme a qualche familiare, danno continuità e garanzia di realizzazione di progetti per l’intero anno. Attualmente ce ne sono molti rivolti ai soli ragazzi, altri a ragazzi, familiari e volontari e uno, annuale, rivolto a familiari e volontari affinché possano formarsi e operare nel miglior modo possibile”, sottolinea Lucia D’Antona, presidente pro tempore dal 2018.

Quello delle malattie mentali è ancora oggi uno stigma ingombrante e fastidioso. Parlare di malattia non è mai semplice, in particolare quando si affrontano argomenti che riguardano la psiche, condizionati come siamo da paure e pregiudizi. Con questa pubblicazione l’A.Ma.Sa.M. intende lanciare un messaggio forte per superare i preconcetti.

“Tante storie, tanti vissuti, un unico filo conduttore che li accomuna tutti. Il senso di smarrimento di fronte a un proprio congiunto affetto da una malattia mentale, il pellegrinaggio tra vari specialisti, la diagnosi, la terapia e il rendersi conto del modo, talvolta ostile, comunque poco inclusivo, in cui la società è disposta ad accogliere persone con problematiche simili. Tra familiari è importante fare rete: accorgendosi di avere un problema che interessa anche altre persone, si riesce ad affrontarlo da un’altra prospettiva, probabilmente meno cupa e, insieme, si cercano soluzioni”.

Rossella Montemurro, giornalista professionista materana. Laureata in Scienze dell’educazione, ha lavorato per “Il Quotidiano della Basilicata” – occupandosi dei settori “Cronaca” e “Cultura” –, “Il Mattino di Foggia”, “Il Mattino di Puglia e Basilicata”, il “Roma” e con la testata giornalistica online IlmioTg. Ha collaborato con l’emittente televisiva “Antenna Sud”. Attualmente dirige la testata giornalistica online TuttoH24 (www.tuttoh24.info)Collabora con l’agenzia di comunicazione Diotima.

Ha pubblicato per Ediesse Edizioni nel 2004 I giorni di Scanzano (segnalazione della Giuria del Premio letterario Basilicata, 2005); per BMG Editrice nel 2010 Carabinieri a Matera. Tradizione e modernità al servizio dei cittadini, pubblicazione autorizzata dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri; per Altrimedia Edizioni nel 2019 Calci e pugni sul tetto del mondo. Biagio Tralli, identikit di un campione; nel 2020 sempre per Altrimedia Edizioni Il mio tuffo nei sogni. Marco D’Aniello, una storia di sport e amicizia (insignito a settembre 2022 in Campidoglio del riconoscimento “Roma premia la Cultura sociale”); nel 2023 Galoppando contro vento. I Western Haflinger di Emanuele Lamacchia (Altrimedia Edizioni).

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap