martedì, 23 Luglio 2024

Per la ricorrenza dei 700 anni dalla morte di Dante, lo Studio Arti Visive di Matera, in collaborazione con l’Associazione MIP Matera International Photography, ha promosso una mostra dal titolo “A Dante Alighieri” (dal 30 settembre al 9 ottobre)  che ha l’obiettivo di coniugare la poesia dantesca con aspetti, immagini, luoghi e segni della città di Matera e del suo territorio attraverso l’uso di tre differenti linguaggi artistici (pittura, scultura e fotografia).

Tale evento ha rivestito grande interesse culturale anche perché espressione diretta di quanto Franco Di Pede, ha prodotto, sia come artista sia come operatore culturale, nel corso di 55 anni di attività nella città dei Sassi (messaggi augurali sono arrivati all’autore dal Presidente Mattarella, dal Presidente del Parlamento Europeo, da sindaci delle città di Verona e Firenze).

Scrive il critico Carlo Franza Le sculture ed i collages di Franco Di Pede (che racchiudono un percorso artistico e culturale lungo oltre 55 anni di attività) e le fotografie di Antonello Di Gennaro traggono diretta ispirazione dai versi della Divina Commedia e si nutrono di chiare ed evidenti suggestioni e richiami che provengono da quel particolare ambiente “naturale” (l’habitat rupestre, le chiese, le cave di tufo e i Sassi) che spesso, proprio per le sue caratteristiche, ha generato accostamenti spontanei all’opera di Dante.

La mostra è aperta tutti i giorni tranne la domenica dalle 16 alle 20.

La stagione espositiva della galleria “Arte e Pensieri” si apre con una breve, ma interessante mostra dell’artista materano Franco Di Pede dedicata a Dante Alighieri. Mostra itinerante che da Matera passa da Roma per spostarsi successivamente in alcune città del nord Italia.

Per la ricorrenza dei 700 anni dalla morte di Dante, lo Studio Arti Visive di Matera, in collaborazione con l’Associazione MIP Matera International Photography, ha promosso una mostra dal titolo “A Dante Alighieri” (dal 30 settembre al 9 ottobre)  che ha l’obiettivo di coniugare la poesia dantesca con aspetti, immagini, luoghi e segni della città di Matera e del suo territorio attraverso l’uso di tre differenti linguaggi artistici (pittura, scultura e fotografia).

Tale evento ha rivestito grande interesse culturale anche perché espressione diretta di quanto Franco Di Pede, ha prodotto, sia come artista sia come operatore culturale, nel corso di 55 anni di attività nella città dei Sassi (messaggi augurali sono arrivati all’autore dal Presidente Mattarella, dal Presidente del Parlamento Europeo, da sindaci delle città di Verona e Firenze).

Scrive il critico Carlo Franza Le sculture ed i collages di Franco Di Pede (che racchiudono un percorso artistico e culturale lungo oltre 55 anni di attività) e le fotografie di Antonello Di Gennaro traggono diretta ispirazione dai versi della Divina Commedia e si nutrono di chiare ed evidenti suggestioni e richiami che provengono da quel particolare ambiente “naturale” (l’habitat rupestre, le chiese, le cave di tufo e i Sassi) che spesso, proprio per le sue caratteristiche, ha generato accostamenti spontanei all’opera di Dante.

La mostra è aperta tutti i giorni tranne la domenica dalle 16 alle 20.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap