domenica, 14 Luglio 2024

 
Sabato 19 ottobre con inizio alle ore 8.00 si terrà
presso l’ex-ospedale San Rocco, in piazza San Giovanni Battista, il XX Congresso
dell’A.P.L.O.T.O. sul tema: Le fratture periprotesiche di anca e ginocchio:
moderni orientamenti nel trattamento chirurgico della colonna lombare.
   Presidente
dell’evento è il dr. Sandro Sangiovanni, direttore dell’unità operativa
complessa di ortopedia e traumatologia.
   Dopo i saluti
del sindaco di Matera, dr. Raffaello De Ruggieri, del Direttore Generale
dell’ASM, dr. Joseph Polimeni, dell’ Assessore Regionale per le politiche alla
persona, dr. Rocco Luigi Leone e di altre autorità, sull’argomento oggetto del
convegno interverranno numerosi professionisti sia nella sessione mattutina che
in quella pomeridiana.
     E’ in
costante aumento in Italia il numero di impianti di protesi ortopediche. Più
che raddoppiato in 15 anni il numero di interventi sul ginocchio e
quintuplicato il numero di quelli sulla spalla. L’anca resta ancora
l’articolazione più operata (56,3%) seguita da ginocchio (38,6%), spalla
(3,9%), caviglia (0,3%) e altre articolazioni (0,9%). Un volume di interventi
importante: 181.738 nel 2015 con un impatto sul Fondo sanitario, per il solo
intervento chirurgico, stimabile intorno al 1,5%. Nel nostro Paese sono 764 le
strutture che effettuano interventi primari di sostituzione totale di anca, 754
quelle attive per gli interventi primari sul ginocchio. L’artrosi la diagnosi
più frequente: ne soffre il 63% dei pazienti operati all’anca e il 95% di
quelli operati al ginocchio; nel 30% dei casi si impianta una protesi di anca
per trattare una frattura del collo del femore. Parallelamente al numero di
impianti protesici, si registra un inmcremento del numero delle fratture
periprotesiche di anca e ginocchio che introducono un elemento di elevata
complessità.
Il convegno è a carattere interregionale.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap