mercoledì, 24 Luglio 2024

“#BereBasilicata ha oggi acquisito una dimensione importante nel parterre nazionale del vino. Per il terzo anno consecutivo, la collettiva della Regione Basilicata sarà presente al Padiglione 11 – Stand E5-G6 del Vinitaly 2018, la più importante manifestazione dedicata al mondo del vino che si svolge a Verona dal 15 al 18 aprile 2018, attraverso una modalità che abbiamo voluto fortemente condividere e costruire insieme ai consorzi delle imprese vitivinicole lucane e ai produttori, anche attraverso la quota parte finanziata dalla Misura 3.2 del Psr Basilicata 2014-2020 per la promozione”.
Lo ha dichiarato l’assessore alle Politiche agricole e forestali, Luca Braia, nella conferenza stampa che si è tenuta nella sede del Dipartimento, nel corso della quale sono intervenuti, tra gli altri, Paolo Montrone, presidente dell’Enoteca regionale lucana, Giovanni Oliva, segretario della Fondazione Matera Basilicata 2019, Francesco Pesce, direttore generale del Dipartimento Politiche agricole, Aldo Corrado presidente Ais Basilicata, Rocco Giubileo presidente Unione regionale cuochi lucani e i presidenti dei Consorzi/Ati partecipanti. 
“La riconoscibilità della regione Basilicata – prosegue l’assessore Braia – e della qualità dei suoi prodotti come sistema e come veicolo di promozione dell’intero territorio è un percorso che vede nella parola aggregazione e nello stare insieme, anche per gli operatori vitivinicoli, la vera forza propulsiva per accedere a mercati più ampi. Grazie a un enorme lavoro di relazioni e di comunicazione che si è accresciuto negli ultimi tre anni, oggi lo spazio espositivo della Regione Basilicata al Vinitaly è fortemente caratterizzato da una posizione centrale e visibile, accanto alle Regioni Puglia e Molise, ad alta visibilità e frequenza di visitatori.
Un segnale per nulla banale e una grande novità, quest’anno, che intendiamo dare ai buyers e alla platea di operatori specializzati, è l’iniziativa #BereBasilicata in Gran Guardia nell’ambito di Vinitaly and the City, fuori Fiera, attraverso cui i nostri produttori avranno l’opportunità di instaurare relazioni commerciali e la regione tutta, con Matera Capitale Europea della Cultura 2019, di farsi conoscere in un contesto molto più ampio. La Basilicata del vino non solo esiste, ma fa sistema proponendo il consolidato e stretto legame con i prodotti di eccellenza dell’agroalimentare ma anche quello istituzionale del territorio da narrare, del turismo che possa attrarre verso le nostre zone e di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019 da rappresentare. 
I luoghi e le storie del vino lucano – conclude Braia – ancora una volta legati dal filo conduttore della famosa frase di Orazio “Nunc est bibendum”, ora è tempo di bere e di bere Basilicata, saranno presentati in Fiera a Verona attraverso un programma di iniziative organizzate e curate dal Dipartimento Politiche agricole e forestali in collaborazione con Ais, Unione regionale cuochi lucani e Enoteca regionale lucana”.
#BereBasilicata, le aziende partecipanti
Sono sei le aziende nello spazio collettivo: Cantina Madonna delle Grazie di Venosa, Giorni di Tito Scalo, Tenuta Parco dei Monaci di Matera, Cantina di Barile di Barile e Vigneti del Vulture di Acerenza, sarà inoltre presente l’Azienda Sempre Freddo produttrice di liquore a base di Aglianico del Vulture. 
Sono 5 i consorzi/ATI finanziati nell’ambito della Misura 3.2, del PSR Basilicata 2014-2020.
ATI VINI DI QUALITA’ DI BASILICATA con capofila il Consorzio di Tutela Grottino di Roccanova presente con 7 aziende produttrici di Grottino di Roccanova DOC e Matera DOC: Az. Agr. Graziano, Az. Agr. Petruzzelli, Az. Agr. Chiaradia, Az. Agr. Torre Rosano, Az. Agricola Battifarano, Società Agricola DITARANTO S.R.L., Az. Agr. San Vito di Cifarelli Vito, Azienda Agricola Marino Francesco, F.lli Iacovazzo srl, Soc. Agricola Fratelli Dragone.
Il Consorzio Qui Vulture sarà rappresentato da 8 aziende produttrici di Aglianico del Vulture DOC: Vigneti Re Manfredi – TERRE DEGLI SVEVI, Az. Agr. Donato D’Angelo, Cantine Strapellum CANTINA IL PASSO, Az. Agr. Ofanto TENUTA I GELSI, Az. Agr. Vini Laluce, Soc. Agr. Tenuta Le Querce, Soc. Agr. Colli Cerentino
il Consorzio di Tutela e Valorizzazione Terre dell’Alta Val d’Agri DOC presente con 8 aziende: Azienda Agricola Biologica Pisani, Azienda Vitivinicola Fortunato, Azienda Agricola Zipparri, Azienda Agricola L’Arcera, Azienda Agricola Pierdesiis, Azienda Agricola Al Giardino del Principe, Azienda Agricola De Blasiis, Azienda Agricola Di Fuccio.
L’A.T.I. ECCELLENZE LUCANE VITIS IN VULTURE con tre aziende produttrici di Aglianico del Vulture DOC: VITIS IN VULTURE, VULCANO & VINI SRL BISCEGLIA WINES, AZIENDA AGRICOLA FRANCESCO RADINO SRL
L’ATI ViviVulture con 9 aziende di Aglianico del Vulture DOC: Alovini Soc. Agr., Az.Agr. Musto Carmelitano, Az.Vinicola Carbone, Tenute d’Auria Srl, Eleano Snc, Casa Maschito, Lagala Viticoltori, Az. Agr. Vitivinicola Bonifacio, Ripanero Soc. Agricola
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap