sabato, 22 Giugno 2024

Alla ricerca di sua maestà il tartufo

Il Bianco pregiato, il Nero pregiato, il Brumale, lo Scorzone, il Marzuolo, l'Uncinato: benvenuti tra le specie calabresi di sua maestà il tartufo. D'estate, come sottolinea il tartufaio Bruno Minerba di Marconia di Pisticci, si va a caccia sull'Appennino...

Nella serata di ieri, a
Marconia, i Carabinieri della Compagnia di Pisticci hanno tratto in arresto due
persone a seguito del controllo effettuato nei confronti del pregiudicato
albanese E.K., domiciliato a Pisticci, già gravato da diverse condanne nonostante
i soli 25 anni di età.

I militari dell’Arma,
impegnati in un servizio di controllo del territorio, hanno notato il giovane,
conosciuto per i suoi trascorsi giudiziari, mentre camminava a piedi nel centro
abitato di Marconia.

Insospettiti dal suo
atteggiamento evasivo, hanno deciso di fermarlo per procedere ad un controllo.

Il 25enne ha subito
tentato di sottrarsi alla perquisizione afferrando con forza il braccio di uno
degli operanti e lanciando a distanza un piccolo contenitore in plastica.

Il movimento non è
sfuggito ai militari dell’Arma che hanno immediatamente recuperato l’involucro,
risultato contenere 9 dosi di cocaina per un peso complessivo di 5 grammi.

I Carabinieri hanno
quindi deciso di estendere la perquisizione all’abitazione del 57enne S.P., un
pregiudicato di Marconia residente poco distante dal luogo in cui è stato
fermato il giovane albanese.

All’atto dell’ingresso
nell’abitazione, il 57enne è stato sorpreso mentre tentava di disfarsi di 70
grammi di marijuana e 6 cartucce per pistola, 5 calibro 38 ed 1 calibro 7,65,
attraverso lo scarico del bagno.

Anche in questa
circostanza, la pronta reazione dei militari ha permesso di recuperare
stupefacente e munizioni e di trarre in arresto l’uomo.

Sequestrati anche 90 ml
di metadone, di cui il 57enne non ha saputo fornire valide motivazioni al
riguardo non essendo iscritto ad alcuna struttura riabilitativa per
tossicodipendenti.

Perquisita a Pisticci,
infine, anche l’abitazione dell’albanese, dove sono stati rinvenuti 7 grammi di
hashish ed 1 grammo di marijuana.

Espletate le formalità di
rito, E.K. è stato rinchiuso nel carcere di Matera dovendo rispondere di
resistenza a Pubblico Ufficiale e detenzione di sostanze stupefacenti, mentre
S.P. è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione per
detenzione di stupefacenti e munizioni.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap