domenica, 14 Luglio 2024

Si è svolto questa mattina il tavolo istituzionale
alla presenza del Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, per fare il punto
sull’attuazione delle opere previste per Matera 2019.

Sulla questione che investono la responsabilità
dell’amministrazione comunale, l’assessore alla Cultura, Giampaolo D’Andrea,
delegato dal Sindaco a rappresentarlo nell’incontro, ha reso noto che il Comune
ha pronto il piano di accoglienza e dei parcheggi a servizio delle iniziative
previste.

In particolare:

I lavori per la realizzazione del parcheggio nell’area
Rfi di La Martella sono stati appaltati. Entro due settimane, al termine delle
procedure legate all’acquisizione della documentazione prevista dalla Legge
sugli appalti, il cantiere sarà aperto. L’area di sosta sarà utilizzabile entro
il 19 gennaio 2019.

Schiarita anche sul parcheggio di via Lanera, per il
quale esiste già la progettazione esecutiva. Si attende per i prossimi giorni
l’atto amministrativo di concessione da parte dell’Asm dell’area di sua
proprietà per consentire lo svolgimento della gara d’appalto e dei lavori che
si concluderanno entro aprile 2019.

Le opere di costruzione della rotatoria di via Lanera
procedono secondo il normale cronoprogramma previsto.

Piazza Vittorio Veneto sarà sgomberata dal cantiere
entro la fine della settimana in corso. I lavori procederanno negli ipogei per
la realizzazione delle opere previste dal progetto condiviso tra Comune e
Soprintendenza.

Piazza della Visitazione. E’ stata transennata l’area
per la costruzione della bretella di collegamento via Roma-Via Aldo Moro. Dopo
il 19 gennaio 2019, per evitare interferenza con la cerimonia di inaugurazione
dell’anno di Matera Capitale, si procederà alla realizzazione del percorso
pedonale che si snoderà da piazza Matteotti fino piazza Vittorio Veneto,
passando per via Don Minzoni e via Ascanio Persio. In questo modo il flusso
veicolare proveniente da via Roma non intercetterà il transito dei turisti
lungo via Lucana in alcun punto.

Il Comune ha deciso di procedere per stralci
funzionali alla concretizzazione del progetto dell’intera piazza per creare
meno disagi possibili alla città. Questa intenzione è stata suffragata dal
parere tecnico del progettista del Regolamento Urbanistico, Francesco Nigro,
che si è espresso positivamente sulla possibilità di procedere seguendo questo
iter amministrativo.

Il Comune di Matera non è quindi silente, o peggio
ancora, inerte sulle questioni che riguardano la città. Ha preso atto che il
cronoprogramma stabilito per la realizzazione delle opere infrastrutturale
esterne (SS 96 e Bradanica) non è stato perfettamente rispettato e ha
sensibilizzato il tavolo a prendere in considerazione ipotesi temporanee di
utilizzo delle arterie stradali. Per la Bradanica inoltre è stato chiesto
all’Anas, in attesa della conclusione dei lavori, di realizzare una
cartellonistica idonea per permettere alle auto che percorrono quella strada di
raggiungere la città, mitigando così i disagi che si possono prevedere
consistenti.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap