giovedì, 18 Luglio 2024


Un’opera dalla mille facce e dalla lettura multipla quella edita da Rossini Editore
e scritta da Davide Rossi, dal titolo “Storia di un numero”. Un libro
contemporaneo, che tratta un tema più che mai attuale e tremendo: l’emigrazione.
Scritto con la tecnica del “cut up”, il testo vive la nascita e la maturazione di
un’idea, e degli ideali, che conducono alla consapevolezza di un essere umano,
determinato a osare, nonostante rischi e pericoli.
Ambientato in uno stato africano, mai nominato dallo scrittore, il romanzo
racconta le vicende di un ragazzo, dalla sua infanzia fino all’età post
adolescenziale, in cui la scelta della partenza sembra l’unica soluzione, visto
l’ambiente che lo circonda. Da qui si snoderà un viaggio che lo porterà ad
attraversare tutto il continente nero, fra amore e scene di tarantiniana memoria,
amicizia e terrorismo, con un unico obbiettivo: il continente europeo, l’Italia.
Il romanzo riprende il filone dell’esistenza, già trattato dal primo scritto di Davide
Rossi “E alla fine c’è la vita”, ma se in quel caso c’erano degli studenti alle prese
con la crescita, il futuro e l’amore, in cui droga, alcool, sesso ed eccessi la
facevano da padroni, qui la sopravvivenza e l’istinto di conservazione, oltre che la
conoscenza, accompagnano il protagonista lungo tutto il percorso.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap