lunedì, 15 Luglio 2024

Nuova pubblicazione, dopo La storia di un… coronavirus, per l’insegnante Marilucy Scarati. È da poco uscito Stop al bullo (editore Antonio Dellisanti, come il precedente volume), un libro rivolto sia a bambini dai 5 anni in su sia agli adulti (sono infatti presenti alcuni consigli per genitori di bimbi “bullizzati”).

“La professionalità e l’attenzione della insegnante Marilucy sono risultate preziose anche in questo caso per aver offerto una chiave di lettura adatta ad un target di destinatari di tenera età sul fenomeno del bullismo. Dalla prospettiva della maestra Marilucy, sempre attenta alle esigenze reali degli alunni, si forniscono spunti e utili strumenti per conoscere e affrontare il bullismo”, scrive nella prefazione il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Diaz di Laterza.

Il libro, nato da una domanda che Alessio, il figlio dell’Autrice, le ha rivolto proprio sul bullismo, narra la storia di un piccolo scheletro, Scheletrin, che vorrebbe giocare con i suoi amici, ma viene cacciato sempre via. Scheletrin però, dopo la delusione iniziale, riesce a trovare un nuovo amico, Alessio, che lo accoglie a braccia aperte, e grazie ad un’idea fenomenale riescono a realizzare un sogno per aiutare ilprossimo con umiltà e determinazione.

Nel testo, corredato da numerosi disegni, anche un intervento della professoressa Grazia Pollicoro.

Il ricavato dalla vendita di Stop al bullo sarà devoluto all’Unicef per fronteggiare l’emergenza Ucraina e all’Associazione Tourette Italia Onlus.

Marilucy Scarati (Molfetta, 1983) ama definirsi “eterna bimba ribelle”. Dopo aver conseguito la maturità presso il liceo-socio-psico-pedagogico di “G.B. Vico” di Laterza (TA), ha conseguito la laurea in Scienze della Formazione Primaria presso l’Università degli studi di Bari “A. Moro”, nel 2007. Nello stesso anno ha iniziato a lavorare come insegnante di scuola primaria presso l’.I.C. “Galileo Galilei” di Taranto. Nell’anno scolastico 2008-09 ha partecipato con i suoi alunni al concorso provinciale “Stessi giochi – stessi sorrisi”, classificandosi al secondo posto; gli alunni sono stati premiati durante una cerimonia pubblica presso la Prefettura di Taranto. Nel 2010 ha conseguito la seconda laurea in Scienze della Formazione Primaria (indirizzo scuola dell’infanzia). Ha perfezionato il suo curriculum d’insegnante, impegnandosi nel campo dell’Autismo. Ha conseguito la specializzazione in “Metodologie didattiche sulla disabilità per alunni con handicap sociale e di apprendimento, indirizzo insegnamenti della scuola Primaria”. Ha conseguito i diplomi di perfezionamento in: “Strategie e metodi di intervento sulla disabilità in ambito didattico”; “Didattica dell’italiano per le scuole primarie”; “Didattica, Valutazione, Programmazione”; “L’integrazione Scolastica. Strumenti e metodologie didattiche per un approccio interculturale: indirizzo insegnamenti della scuola Primaria”. Ha partecipato a numerosi convegni internazionali e corsi di formazione sul “Metodo ABA”. Nel 2017 ha assunto l’incarico di esperta dello “Sportello Autismo” di Taranto e provincia, nell’ambito della scuola primaria. Ha ottenuto nel 2011 la menzione d’onore per una lirica poetica al concorso nazionale “A come amore”. A dicembre 2021 ha conseguito la terza laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche. Insegna presso L’I.C. “Diaz Dante” di Laterza, dedicandosi completamente ai suoi alunni.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap