domenica, 25 Febbraio 2024

“Sindaco per
favore, puoi aggiustare tutti i parchi di Matera? Grazie”. E’ il messaggio che
il piccolo Riccardo, 5 anni, materano, ha inviato per posta elettronica,
tramite il suo papà, al Sindaco Raffaello De Ruggieri.
La sensibilità e
la voglia di questo bambino di poter giocare in spazi aperti tra alberi e
prati, ha spinto il primo cittadino a rispondere alla letterina.
“Caro Riccardo –
ha scritto De Ruggieri – il tuo Sindaco farà il possibile per realizzare questo
tuo desiderio, che è anche quello di tanti bambini come te e di moltissimi
adulti di questa città. Matera, molti anni fa, era un luogo bellissimo pieno di
alberi e di verde che circondavano i Sassi che erano l’unico luogo abitato.
Poi, è nata la città moderna ed il verde pubblico è stato racchiuso all’interno
dei rioni, bellissimi, che sono stati progettati da grandi architetti
dell’epoca. Oggi, la tua Città dispone di tanti parchi che deve tenere in
ordine e per farlo occorrono molti soldi. Il Sindaco vuol rendere questi parchi
sempre più belli e ha trovato i soldi per farlo e ora attende solo che il
governo li faccia arrivare a Matera. Ti garantisco che faremo in modo che tutti
i parchi della città siano ‘aggiustati’ e che i bambini possano frequentarli
per giocare, correre e divertirsi. Grazie per il tuo messaggio”.
Il piccolo
Riccardo ovviamente non poteva sapere di aver messo il dito in una piaga
aperta, quella dei fondi del Bando per le Periferie, congelati dal Governo e
che sarebbero serviti, tra le altre cose, anche a finanziare la
riqualificazione dei parchi urbani di Matera. Un investimento da circa 5
milioni di euro per rigenerare: villa comunale, villa Piccianello, parco del
Castello, parco Serra Venerdì, parco Rione Pini.
Il Sindaco De
Ruggieri ha inviato in proposito una lettera al presidente dell’Anci, Antonio
De Caro, che oggi incontrerà il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per
chiedere lo sblocco dei fondi messi a disposizione dei Comuni.
“La disponibilità
delle risorse per il Comune di Matera – ha detto De Ruggieri – è determinante
per la rigenerazione urbana delle periferie e per l’immagine di una città che
vuol essere emblema di un Sud che rinasce e che tra pochi mesi rappresenterà il
Paese in qualità di capitale europea della cultura per il 2019”.
Nei giorni scorsi,
il primo cittadino di Matera aveva chiesto al Presidente del Consiglio Giuseppe
Conte un intervento diretto per evitare che la città potesse essere penalizzata
da un decreto che non tiene conto del ruolo che andrà assumere nei prossimi
mesi.
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap