giovedì, 13 Giugno 2024

“Non si scherza con la salute dei cittadini. Né si può più perdere tempo”. Non usa mezzi termini né vorticosi giri di parole il sindaco di San Mauro Forte, Nicola Savino, nel denunciare la grave situazione di disagio in seno alla locale postazione del 118. Una situazione che si protrae da tempo senza alcuna soluzione. “Ancora una volta, come Amministrazione comunale, ci troviamo costretti a dover far presente il perdurante stato di malversazione del presidio cittadino”. “Con frequenza ormai quotidiana – stigmatizza Savino – il Punto Territoriale di Soccorso India19 resta chiuso. Senza un perché. Vorremmo conoscere le reali cause di tale situazione”. Per questo ha messo nero su bianco e ha scritto, insieme all’assessore comunale alla Salute, Mario Galgano, agli enti preposti. “Non si può più andare avanti in questo modo. In una fase in cui si protende verso la sanità di prossimità risulta a dir poco inconcepibile depauperare presidi sanitari come quello di San Mauro Forte” attacca il primo cittadino nella nota inoltrata, fra gli altri al Presidente della Regione Basilicata, all’Assessorato alle Politiche della Persona e al Dipartimento regionale di Emergenza-Urgenza 118. “Privare la nostra comunità e l’intero territorio di questo importante servizio, istituito nel 2005, lede alle fondamenta la tranquillità e l’incolumità dei cittadini”. Non solo. Questo grave disagio si somma alla situazione complessiva in cui versa il locale distretto sanitario di vico Di Vittorio dove, solo grazie alla buona volontà di alcuni operatori e all’impegno degli amministratori comunali, si è ripreso ad effettuare con periodicità i prelievi del sangue dopo una fase con prestazioni sporadiche. “Ma occorre un rafforzamento urgente della postazione e il ripristino delle essenziali condizioni di funzionamento del servizio” chiosa il sindaco.

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap