domenica, 25 Febbraio 2024

Un lotto di croissant Bauli a “rischio microbiologico”: si tratta dei croissant “5 cereali latte fresco” della Bauli, prodotti nello stabilimento di Castel d’Azzano, in provincia di Verona, e in scadenza a fine novembre, che potrebbero contenere il batterio della Salmonella spp.
Il richiamo del Ministero pubblicato il 3 ottobre invita a “non consumare il prodotto e a “riconsegnare le eventuali confezioni al punto vendita di acquisto”. La segnalazione del Ministero riguarda soltanto un lotto (il numero LA8312BR) di croissant del tipo “5 cereali – latte fresco” venduti in confezione da sei, per cui tutti gli altri prodotti Bauli non rappresentano alcun rischio.
I croissant da ritirare contengono crema di latte e uova e la Salmonella spp, del tipo non tifoideo, ha i suoi principali serbatoi d’infezione negli animali e i loro derivati (come carne, uova e latte consumati crudi o non pastorizzati).
Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap