lunedì, 15 Aprile 2024

Patto di amicizia tra Matera e Greccio (Ri) sulla tradizione presepiale

Matera è tra le città protagoniste oggi (13 aprile) alla “Festa delle città gemellate”, che si svolge nel comune rietino di Greccio dove è stato realizzato il presepe di San Francesco, il più antico d’Italia con i suoi 800 anni. Un’occasione preziosa per coinvolgere...

È stata pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Matera, la graduatoria provvisoria per l’assegnazione di 4 nuove licenze taxi nella città del Sassi. Lo rende noto l’assessore alla Mobilità urbana, Giuseppe Digilio, che con il sindaco, Domenico Bennardi e tutta l’Amministrazione comunale sta puntando molto sul potenziamento del servizio pubblico, per disincentivare l’uso delle auto private. Ma le nuove licenze taxi intendono fornire una valida offerta alla crescente domanda di questo servizio, molto richiesto soprattutto dai turisti stranieri, allargando le fasce orarie di disponibilità dei mezzi per coprire l’intero arco delle 24 ore. All’esito dell’esame della commissione di concorso, è emerso che sono state presentate 27 domande, di cui due difformi rispetto al bando. Al termine degli ulteriori adempimenti preliminari, la graduatoria ancora in attesa di conferma della documentazione che dovranno presentare i candidati, è composta da 23 posizioni utili, che vanno da un punteggio massimo di 8 a uno minimo di 1,8. Dopo l’ultimo controllo della documentazione, i primi 4 in graduatoria potranno avviare altrettanti nuovi vettori taxi. «La città sta crescendo soprattutto in ambito turistico -commentano Bennardi e Digilio- quindi necessita di questo genere di servizio, anche in ragione del fatto che presto alcune aree del centro storico non saranno più aperte al traffico. A questo proposito, stiamo lavorando anche per calmierare le tariffe». Tra i requisiti preferenziali previsti dal bando, c’era l’esperienza di guida oltre alla buona conoscenza del territorio e delle lingue, al fine di elevare anche gli standard qualitativi del servizio. Tutto in piena sintonia con le linee guida nazionali. «Un altro punto su cui insisteremo -concludono gli amministratori- è l’adesione degli autisti al sistema dell’app “MyCicero”, perché il Taxi funzioni a tutti gli effetti come servizio pubblico, dunque sia disponibile h24 con le opportune turnazioni».

Pubblicità

Pubblicità
Copy link
Powered by Social Snap